in

Acqua di rose fai-da-te, pelle soffice e profumata

Come produrre l‘acqua di rose in casa? Facile ed economico, un modo per godere a lungo del profumo di maggio. Bellezza naturale, bellezza low cost, un modo semplice che coccolerà il viso e la pelle rendendola luminosa ed elastica.

ragazza annusa petali di rosa tra le mani

Per la preparazione dell’acqua vellutante servono 15 rose rosa (chiare è meglio) e l’acqua distillata. Sempre meglio avere rose coltivate senza elementi chimici, tutto ciò che resterà nell’acqua verrà poi assorbito dalla nostra pelle! Prendere i petali più carnosi e pieni delle rose, metterli in una pentola e ricoprire con l’acqua distillata. Non esagerare, aggiungere solo a coprire i petali o poco più. Più acqua ci sarà più diluito sarà il tonico. Fare bollire, a fuoco basso, con il coperchio per circa 1 ora. Versare il liquido con i petali nei barattoli disinfettati e lasciare riposare un’intera notte (usare barattoli scuri o ricoprirli con carta stagnola per evitare di degradare i componenti). Il giorno successivo filtrare il tonico con una garza e richiuderlo nei flaconi.

Usare l’acqua di rose per le occhiaie, la pulizia del viso, contro l’acne e gli edemi. D’estate è possibile farne cubetti di ghiaccio da utilizzare freddi per rinfrescarsi.

photo credit: kiki follettosa via photopin cc | brunifia via photopin cc

milano news

Riuso di immobili ferroviari italiani. Timbrano il biglietto le attività sociali, si parte!

Sneaker

Sneaker mania, come pulire le scarpe da ginnastica più trendy del momento