in

Addio a Mickey Rooney, uno degli ultimi divi (Video)

È morta una delle ultime icone di Hollywood: all’età di 93 anni è scomparso l’attore statunitense Mickey Rooney. Nato a New York esordisce giovanissimo, all’età di due anni, in spettacoli di vaudeville con il padre, immigrato scozzese di Glasgow.  Sul grande schermo debutta nel film del 1926 “Not to Be Trusted” ed in seguito appare in una lunga serie di cortometraggi che ne fanno un bambino-prodigio e nei quali interpreta i ruoli più svariati: dal detective allo studente,  dall’artista di circo al piccolo dongiovanni, dal domatore di belve al giovane affarista. Mickey Rooney e Judy Garland2

Dalla seconda metà degli anni ’30 fino al ’58 interpreta più volte il giovane ribelle Andy Hardy in una serie di popolari lungometraggi della MGM e in alcuni dei quali recita a fianco della leggendaria Judy Garland con la quale è stato legato da fraterna amicizia. Sul grande schermo ottiene un enorme successo, grazie al suo versatile talento e al suo dinamismo di interprete, anche in ruoli meno briosi, come nei celebri drammi:  “Capitani coraggiosi” (1937) e “La città dei ragazzi” (1938), in entrambi i casi al fianco di Spencer Tracy. Nel 1939 grazie al film “Ragazzi attori” (1939) viene nominato per l’Oscar. Nel 1943 recita con una diva destinata a diventare un’icona: Elizabeth Taylor in “Gran Premio”.  

In un periodo in cui Hollywood non utilizza attori orientale, all’inizio degli anni ’60, interpreta il nevrotico giapponese Yunioshi in “Colazione da Tiffany” (1961). Due anni più tardi ritrova Spencer Tracy nella commedia “Questo pazzo pazzo pazzo pazzo mondo” (1963) e da allora in poi punta sull’attività teatrale, piuttosto che il cinema. Ma ci sono due eccezioni:  il dramma pugilistico “Una faccia piena di pugni (1962) e l’avventuroso “Black Stallion”(1979). Si dedica al doppiaggio   e negli anni ’80 Rooney compare come guest-star in numerose serie televisive: da “Love Boat” a “La signora in giallo”. Tra le sue ultime apparizioni nel 2006 c’è il guardiano notturno in “Una notte al museo”. Ha vinto due Oscar: uno giovanile nel ’39 e uno onorario nell’83. Sposato ben otto volte: nel 1942 è convolato a nozze con la bellissima Ava Gardner.

 

Berlusconi milan

Milan: in arrivo dall’Asia un’offerta da 300 milioni per l’acquisto di una parte del club?

The Big Bang Theory ottava stagione rinnovo

The Big Bang Theory, puntata omaggio alla saga di Guerre stellari