in ,

Addio a Renato Sellani: le foto del suo ultimo concerto a Milano

Si è spento oggi Renato Sellani, maestro e “nonno” del jazz italiano, una delle figure più importanti del genere in Italia che in una carriera lunghissima ha avuto l’onore di suonare a fianco dei più grandi artisti internazionali, tra gli altri Billie Holiday, Chet Baker, Dizzy Gillespie.
Un esempio di stile, un uomo umile innamorato del proprio pianoforte. Una passione talmente forte da non farlo mai smettere di suonare, nonostante fosse un classe 1926.

RenatoSellaniPierLuigiBalzarini©002

L’avevamo visto l’ultima volta, noi di Urbanpost, sul palco della Salumeria della Musica di Milano con il suo trio: ad accompagnarlo c’erano Massimo Moriconi al contrabbasso e Stefano Bagnoli alla batteria, due grandi musicisti e soprattutto due suoi grandi amici.
E ancora una volta aveva stupito il pubblico con la sua grande ironia, il suo spirito e la sua umiltà.

Se ne va un Artista con la “a” maiuscola, un vero esempio per le nuove leve. Sul palco della Salumeria, poco più di un mese fa, aveva detto così ai presenti: “La musica non ha età”. Aveva proprio ragione il maestro Sellani, la sua musica non ha età e non verrà dimenticata.
Se ne va un vero signore della musica.

Fotografie di Pier Luigi Balzarini

RenatoSellaniPierLuigiBalzarini©003

RenatoSellaniPierLuigiBalzarini©004

RenatoSellaniPierLuigiBalzarini©005

RenatoSellaniPierLuigiBalzarini©006

RenatoSellaniPierLuigiBalzarini©007

RenatoSellaniPierLuigiBalzarini©008

RenatoSellaniPierLuigiBalzarini©009

RenatoSellaniPierLuigiBalzarini©010

RenatoSellaniPierLuigiBalzarini©011

RenatoSellaniPierLuigiBalzarini©012

RenatoSellaniPierLuigiBalzarini©013

RenatoSellaniPierLuigiBalzarini©014

RenatoSellaniPierLuigiBalzarini©015

RenatoSellaniPierLuigiBalzarini©016

RenatoSellaniPierLuigiBalzarini©017

RenatoSellaniPierLuigiBalzarini©018

 

Miroslav Klose come ronaldo

Ultime notizie calciomercato Lazio: il Kaiserslautern insiste per Klose

Anticipazioni settimanali Centovetrine dal 3 al 7 Novembre: Alba riuscirà ad inserirsi nella famiglia Castelli?