in , ,

Adolf Hitler raccontato dal nipote William negli anni ’30: “Ecco perché odio mio zio”

Tramite il sito Abebooks, un rivenditore canadese ha venduto un articolo scritto dal nipote di Adolf Hitler per la somma di 700 sterline. L’autore, William Patrick Hitler, era il figlio del fratellastro del dittatore nazista. Durante il Terzo Reich dovette fuggire negli Stati Uniti dopo aver provato a ricattare il Führer minacciandolo di raccontare al mondo alcuni risvolti infelici della sua vita intima.

L’articolo si intitola ‘Why I hate my uncle’, ovvero ‘Perché odio mio zio’, e venne pubblicato sulla rivista Look il 4 luglio 1939. All’interno, il nipote racconta alcuni aspetti privati della vita di Hitler nella sua residenza a Berchtesgaden: dalle belle donne che intrattenevano il dittatore al modo in cui adoperava la frusta. Non solo. L’articolo, scritto solo due mesi prima dell’inizio della Seconda Guerra Mondiale, parla anche di una visita della nipote di Hitler nella residenza del dittatore durante il ’36.

Anche l’autore, in quel periodo, raggiunse la residenza assieme ad alcuni amici e descrisse così il primo incontro con suo zio Hitler: “Stava prendendo del tè in compagnia di belle donne. Quando ci vide si alzò e, con un colpo di frusta, colpì dei fiori. Colse l’occasione per avvertirmi di non dire mai di essere suo nipote, poi tornò dai suoi ospiti fendendo l’aria con la frusta“. Sotto una foto presente nell’articolo e autografata dallo stesso Führer, William scrive: “Avevamo torte e panna montata, il suo dessert preferito. Sono rimasto colpito dalla sua profondità, dai suoi gesti femminili. C’era della forfora sul suo cappotto“.

Ovviamente, gli articoli di William non piacevano a suo zio e per questo motivo il Führer lo invitò a Berlino per discuterne. William lo raggiunse assieme a suo padre e sua zia. Hitler era furibondo e minacciò di uccidersi se William avesse continuato a pubblicare articoli del genere. Sempre nell’articolo, William descrive anche l’ambiguo rapporto di Hitler con sua nipote Geli Raubal, suicidatasi con un colpo di pistola: “Quando ho visitato Berlino nel 1931, la sua famiglia stava attraversando una fase turbolenta. Geli Raubal, figlia della sorella di Hitler e di mio padre, si era suicidata. Tutti sapevano che aveva avuto una relazione con Hitler e che aspettava un figlio da lui. Questo infastidiva molto mio zio. La sua revolver è stata trovata vicino il corpo della nipote“.

Angela Celentano nuova pista

Angela Celentano ultime notizie a Quarto Grado:”Chiediamo che “Celeste Ruiz” sia cercata, trovata e che le venga fatto il DNA”

Fedez e Chiara Ferragni sposi: “Cuore in arresto, favorisca i sentimenti” (FOTO)