in

AdottaUnRagazzo.it: Intervista a Pier Lodigiani, addetto stampa e portavoce per l’Italia del più famoso ‘discount’ di ragazzi online

L’emancipazione femminile non è più un taboo, con il passare degli anni trovare il fidanzato perfetto sui social network non scandalizza più nessuno, tanto che se la tua amica del cuore ti racconta di aver finalmente incontrato l’amore della sua vita in chat, non le raccomandi di stare attenta ma anzi, le chiedi di presentarti qualche amico carino con cui uscire insieme. Oggi il dating online è considerato un modo come un altro per rimorchiare e, magari, passare al reale come con un semplice contatto telefonico. Non ci si nasconde più dietro a una tastiera ma al contrario, in certi casi si va a fare la spesa come al supermercato. Un concetto nuovo che permette a molte ragazze di conciliare impegni lavorativi senza sacrificare hobby e serate in compagnia degli amici. Vorresti provare un nuovo ‘prodotto‘? Ora puoi scegliere il tuo preferito dagli scaffali disponibili in vetrina. Una logica che stravolge i ruoli legati al passato, ‘uomo-cacciatore‘ vs ‘donna-preda‘, che hanno trovato terreno molto fertile su AdottaUnRagazzo.it. L’amore digitalizzato è un primo passaggio per conoscere un ragazzo, nella vita reale, senza troppi patemi d’animo. La redazione di Urbanpost Tech ha intervistato Pier Lodigiani, addetto stampa e portavoce per l’Italia della piattaforma di dating online, per scoprire più da vicino le dinamiche amorose che coinvolgono sul sito d’incontri tantissimi giovani sia in Italia sia all’estero. Ecco cosa ci ha raccontato:

Come nasce l’idea di AdottaUnRagazzo? Perché proprio questo nome?

AdottaUnRagazzo nasce a Parigi nel 2007 (AdopteUnMec) dalla visione lungimirante di Manuel Conejo e Florent Steiner. L’idea del nome è una provocazione. Che prende spunto dalla società dell’iperconsumismo ma dove, invece delle donne “oggetto”, sono gli uomini a “mettersi in vetrina”. Una provocazione, ironica, che però prende spunto dall’osservazione della realtà giovanile dove sempre di più le dinamiche della seduzione sono sganciate da rituali stereotipati e “liberate” dai dogmi machisti. Oggi le donne scelgono e, nel caso di AdottaUnRagazzo, “mettono i maschietti nel carrello.”

Qual è il vostro utente tipo in Italia?
Diciamo che prevalentemente si tratta dei millennials, ovvero quella fascia di giovani tra i diciotto e i trent’anni, che hanno ormai “normalizzato” gli strumenti del web nel loro quotidiano. Quindi, facciamo subito piazza pulita da chi pensa che questi giovani stiano tutto il giorno nelle loro stanze vivendo la vita come un videogame. Semplicemente, utilizzano queste piattaforme per conoscere persone che poi diventano parte della loro rete sociale nella realtà “fisica”. E, in questo caso, AdottaUnRagazzo è un facilitatore. Perché, non essendo così ancorato a rigidi codici di “acchiappo” e utilizzando l’ironia, permette l’incontro tra le persone senza sceneggiature prestabilite. Poi, succede che queste persone possono avviare una relazione sentimentale o più “hot”, ma anche stabilire una semplice amicizia con cui condividere interessi e tempo libero.

In media quanto tempo resta un utente sulla piattaforma di AdottaUnRagazzo.it?
In realtà non c’è un tempo medio. Di solito le persone, una volta iscritte, rimangono sulla piattaforma. Anche perché, come abbiamo già detto, spesso le relazioni che si attivano su AdottaUnRagazzo sono rivolte all’amicizia. Per questo, anche chi ha incontrato “la sua mezza mela” non ha nessuna remora o obiezione se il partner mantiene attivo il suo profilo.

Che differenza c’è tra AdottaUnRagazzo e gli altri siti di dating online?
Innanzitutto l’autenticità. La metafora del supermarket sdrammatizza i codici dell’incontro. E quindi le persone si presentano per quello che sono, anche perché l’obiettivo non è la relazione on-line ma la vita vera. Poi la sicurezza: c‘è un team di moderazione costantemente attivo al fine di evitare i “contatti sospetti”, ovvero quelli che corrispondono a identità non veritiere o obiettivi troppo espliciti. E alle “responsabili d’acquisto” il sito offre una serie di consigli pratici per fare in modo che gli incontri avvengano in assenza di rischi. Infine c’è il pragmatismo. Le persone si conoscono su AdottaUnRagazzo per incontrarsi nella vita reale.

Perché un utente dovrebbe scegliere AdottaUnRagazzo invece dei più popolari social network come ad esempio Facebook o Instagram?
In realtà non si tratta di una questione di scelta, ma di complementarietà. Anche i social hanno una personalità ben precisa. Facebook, ad esempio, è utile per restare in contatto con gli amici e ritrovare quelli persi nel corso degli anni, Twitter mantiene le persone vicine ai loro interessi. AdottaUnRagazzo, invece, è uno strumento che permette di conoscere nuove persone, con cui magari si condividono gusti musicali, culturali, e stili di vita. Guidato dal “girl power”, dal momento che sono le donne ad aprire le danze dando ai maschietti il diritto di parola. E se le parole dei ragazzi non sono convincenti, non c’è storia. Ed è questo che ha reso la piattaforma così popolare in Italia, Francia, Spagna, Turchia e Sud America.

Mercato italiano e dating online? C’è qualcosa che può essere migliorato?
Sicuramente è un territorio molto delicato. Perché va direttamente a impattare sulla sfera affettiva delle persone. La determinante distintiva deve essere la trasparenza. Per quanto ci riguarda, noi stiamo crescendo in maniera velocissima, tanto che i dati che potremmo dare oggi potrebbero già cambiare significativamente domani. E cresciamo proprio perché siamo vicini ai nostri utenti. Parliamo con loro tramite la piattaforma e i nostri canali social. A loro chiediamo come possiamo migliorare e dare risposte sempre più puntuali alle loro esigenze. In pratica ci poniamo verso di loro come “gli amici dei loro prossimi amici”.

Quali sono i vostri progetti per il futuro?
Crescere, diventare una comunità sempre più ampia e aprire nuovi mercati. Non avete idea di quanti ragazzi non vedano l’ora di essere “adottati”!

Champions League

Palermo – Juventus probabili formazioni e ultime news, 6a giornata Serie A

Diretta Sassuolo Bologna

Inter – Bologna probabili formazioni e ultime notizie 6a Giornata Serie A: Icardi contro Destro