in ,

Aereo Air Algerie schiantato in Mali, trovato da esercito francese nel deserto

L’esercito francese ha individuato i resti dell’aereo della Air Algerie scomparso ieri mattina dai radar. Il velivolo si è schiantato in una zona desertica del Mali, precisamente nella regione di Gossi, impervia e difficilmente raggiungibile. 116 le persone a bordo, non dovrebbe esserci alcun sopravvissuto. E’ una ecatombe francese: 51 passeggeri erano transalpini. Tra gli altri, 5 canadesi, 1 svizzero, 1 tedesco. Il resto erano uomini e donne algerine e del Burkina Faso.

aereo mali

Ancora poco chiare le cause del terzo disastro aereo nel giro di pochi giorni. Dopo l’aereo abbattuto in Ucraina e l’atterraggio di emergenza fallito da un velivolo a Taiwan, dunque, un altra strage dei cieli. Con passare delle ore si esclude la pista terroristica, nonostante quelle zone siano infestate dai militanti islamisti. Il pilota dell’aereo della Air Algerie avrebbe cambiato rotta circa 10 minuti prima dall’atterraggio a causa della forte pioggia. Problemi di origine meteorologica, da sommare, probabilmente a una situazione tecnica dell’aereo non ottimale. Alcune, fonti, infatti, dicono che l’aereo sia stato costruito ne 1987 e di alcuni difetti emersi sull’aeromobile il giorno prima della partenza.

La presidenza delle repubblica francese, appena saputo del possibile disastro che avrebbe coinvolto un così alto numero di connazionali ha mandato due caccia militari in ricognizione sulla zona. Sono stati loro ad individuare i resti “disintegrati” (così sono stati da loro definiti) del volo AH5017.

Giorgia torna con Manfredi?

Temptation Island, ultima puntata 24 luglio 2014: Manfredi lascia Giorgia, Sonia liquida Gabriele

sit in riforme renzi

Riforme, Renzi non si ferma: Movimento 5 Stelle, Sel, Lega protestano al Quirinale