in ,

Aereo caduto in Provenza: Germania sotto shock, al liceo dei 16 studenti morti si elabora la tragedia

Sul volo A320 della Germainwings schiantatosi martedì sulle Alpi Francesi tra le centocinquanta vittime si trovavano anche 16 studenti del ginnasio di Haltern am See, cittadina tedesca del Nordreno-Westfalia. Sedici ragazzini accompagnati da due giovani insegnanti, che avevano partecipato ad un viaggio studio in Spagna, ospitati da una scuola e dalle famiglie dei loro coetanei. Ulrich Wessel, il preside del loro istituto ha raccontato che per le tante richieste di partecipazione al viaggio i nomi dei sedici erano stati estratti a sorte, un sorteggio tragicamente fatale per i vincitori.

I loro compagni di scuola, che sono rientrati nella loro classe in una situazione emotiva di grande difficoltà, hanno appeso al tavolo da ping pong nel loro istituto uno striscione con la scritta “Ieri eravamo tanti, oggi noi siamo soli“. Il Joseph-Koenig-Gymnasium è rimasto aperto, ma gli studenti non hanno fatto lezione, assieme agli insegnanti ed agli psicologi hanno iniziato un difficile percorso di elaborazione della tragedia che li ha colpiti. I compagni di scuola dei ragazzi scomparsi così tragicamente hanno portato fiori e candele per ricordarli.

All’aeroporto di Barcellona questi sedicenni della decima classe del Joseph-Koenig-Gymnasium avevano salutato le famiglie cdi cui erano stati ospiti. Tornavano a casa felici della loro intensa esperienza ora Haltern am See questo piccolo centro di 38mila abitanti dove si conoscono tutti vive un grande dolore comunitario “C’è una grande tristezza in città, i ragazzi sono molto turbati e affrontano questo dolore in silenzio”, dichiara Ramona Horst portavoce della polizia locale. La scuola e la comunità hanno ora una missione supportare le famiglie colpite dal grave lutto e i loro giovanissimi compagni.

Obiang Ferrero Mihajlovic

Obiang cercato da Milan e Juventus, Ferrero e Mihajlovic tremano

Copilota Lubitz minacce agli ominimi

Disastro Germanwings, copilota Andreas Lubitz: minacce telefoniche ai suoi omonimi