in

Aereo d’epoca precipitato in Svizzera: 20 morti

Aggiornamento delle ore 18 – Le autorità svizzere confermano. Nell’incidente aereo avvenuto sul Piz Segnas, a Flims (Grigioni), sono morte 20 persone. Si tratta dei 17 passeggeri e dei 3 membri dell’equipaggio dello Junker Ju-52, un aereo d’epoca da turismo appartenente alla compagnia svizzera Ju-Air. La causa dello schianto del velivolo resta al momento ignota.

Un aereo d’epoca che offriva voli turistici è precipitato ieri, sabato 4 agosto 2018, sulle Alpi svizzere. L’incidente sarebbe avvenuto ieri pomeriggio, ma le autorità elvetiche l’hanno reso noto solo oggi.  Il numero delle vittime non è chiaro ma l’aereo aveva una capienza di 17 persone e tre persone di equipaggio. Nello schianto del velivolo potrebbero avere quindi perso la vita fino a 20 persone. L’incidente aereo è avvenuto sul Piz Segnas, all’altezza del resort Flims. L’aeroplano, uno storico Junker Ju-52, apparteneva alla compagnia svizzera Ju-Air.

L’aereo era in volo dal Canton Ticino al Cantone di Zurigo. Il PIz Segnas si trova invece tra il Cantone Glarona e i Grigioni, a metà del tragitto che doveva compiere il velivolo. L’Ufficio federale dell’aviazione civile (UFAC) ha subito decretato il blocco della spazio aereo nella regione del Pinz Segnas, sopra Flims (GR), dove il velivolo è precipitato. Considerate la zona impervia e vasta dove è avvenuto l’incidente e l’assenza di un localizzatore Gps sul velivolo, le ricerche sono in corso da questa mattina, anche a mezzo di elicotteri del soccorso alpino.

Ancora ignote le cause dell’incidente: si saprà forse di più dopo la conferenza stampa che la polizia cantonale dei Grigioni terrà alle 14 a Flims. “Sulla base di quanto riferito da piloti esperti il SonntagsBlick avanza l’ipotesi che la canicola possa avere avuto un ruolo nella tragedia – spiega Il Corriere del Ticino – questo perché l’aria calda è più rarefatta, ciò che può avere conseguenze sulle prestazioni dell’apparecchio”.

(foto: Wikimedia – notizia in aggiornamento)

Written by Andrea Monaci

48 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it, ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto tra gli altri per il "Lavoro e Carriere" e "Il Secolo XIX". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Quando la mafia ferma anche la processione della Madonna

Terremoto Indonesia ultime news: almeno 32 morti a Bali e Lombok

Terremoto Indonesia ultime news: almeno 32 morti a Bali e Lombok