in ,

Aeroporto Reggio Calabria chiusura: Alitalia va via, People Fly nuova compagnia? Cosa c’è da sapere [FOTO]

Il Tito Minniti di Reggio Calabria a un passo dalla chiusura? L’Aeroporto dello Stretto, incastonato tra gli scali di Lamezia Terme e di Catania, capace di collegare siciliani e calabresi con il resto di Italia, è a un passo dalla chiusura. Una notizia non nuova, se si considera che il Tito Minniti è a rischio saracinesca abbassata ormai da anni. Dopo l’uscita della Sogas, la compagnia di gestione dell’Aeroporto dello Stretto, il presidente della Provincia, Giuseppe Raffa, in accordo con il primo cittadino di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, ha dato ‘le chiavi’ dello scalo reggino alla Sacal, azienda di Lamezia Terme che gestisce un altro scalo a rischio chiusura in Calabria: quello di Crotone.

—> TUTTO SUL MONDO DELLA POLITICA ITALIANA

A rischiare di lasciare isolati i pendolari reggini, gli studenti fuori sede e gli immigrati verso le terre del Nord è l’addio – ormai reso ufficiale – di Alitalia. Ultimo volo Reggio Calabria – Milano previsto per giorno 27 marzo 2017. Presso l’aeroporto Tito Minniti, da anni, l’azienda italiana ha esercitato una sorta di monopolio che ha portato tantissimi utenti a preferire scali più vicini come Lamezia Terme e Catania per la disponibilità di linee low-cost. Ma quale futuro, adesso, per l’Aeroporto di Reggio Calabria? Sarà davvero chiusura? Ecco tutto quello che dobbiamo sapere.

evacuato per allarme bomba volo alitalia

Aeroporto Reggio Calabria chiusura: Alitalia va via

Alitalia va via. I motivi li aveva spiegati il chief executive officer di Alitalia, Cramer Bell, in una risposta all’interpellanza parlamentare di Enzo Garofalo, deputato messinese del Ncd, il 12 gennaio 2017: “Con 27 frequenze settimanali durante la stagione estiva, 19 in quelle invernali ed un “load factor” (coefficiente di riempimento voli) del 76 per cento, nel 2016 la rotta ha registrato una perdita di 5 milioni di euro, confermando il trend degli anni precedenti. A fronte di tali perdite – continua Bell la compagnia ha pertanto manifestato la propria disponibilità a valutare eventuali alternative proposte alle istituzioni nazionali e locali”. “Purtroppo, ad oggi, la controparte istituzionale non ha tenuto in considerazione il problema della sostenibilità della rotta, e non ha proposto soluzioni concrete alle gravi perdite sostenute dalla compagnia”, ha spiegato Bell, terminando con l’ipotesi di “massima apertura nell’ottica di condividere alternative che consentano di garantire la continuità del servizio”.

—> TUTTO SUL MONDO VIAGGI

Perché i politici calabresi, Giuseppe Falcomatà sindaco reggino in primis, parlano di ricatto da parte della compagnia di bandiera? Alitalia avrebbe deciso di sospendere i voli sulla tratta Reggio Calabria – Milano e Reggio Calabria – Roma per un motivo ben preciso: la mancata volontà della Sacal di assumere 400 dipendenti di terra per lo scalo reggino. Una cifra, in termini di esigenze, spropositata e che ha portato la Sogas, nel corso degli anni, a essere ‘divorata’ da debiti. Ma c’è solo Alitalia? A quanto pare, con l’addio della compagnia di bandiera prevista per giorno 27 marzo 2017, ci sono altre compagnie pronte a interessarsi allo scalo reggino.

Aeroporto Reggio Calabria chiusura: People Fly

People Fly volerà su Reggio Calabria. Almeno, questa è l’intenzione di Andrea Caldart, bellunese trapiantato in Sardegna, che vuole sfruttare l’addio di Alitalia per prendere piede anche in Calabria con People Fly. L’obiettivo della compagnia aerea low-cost è quello di inserire, a partire dall’estate 2017, voli sulla tratta Reggio Calabria-Verona: bisettimanali. E, inoltre, sempre Caldart vorrebbe un volo settimanale della sua compagnia aerea sulla tratta Reggio Calabria – Budapest.

People Fly, di che compagnia aerea si tratta? Come si legge sul sito ufficiale www.peoplefly.it alla voce ‘Chi Siamo’: “Siamo un’azienda italiana con capitale interamente privato, con sede in Cagliari, realizziamo voli charters con Aeromobili di proprietà di Primarie Compagnie Aeree Certificate. Peoplefly non è un vettore aereo ed i voli pubblicizzati sono effettivamente operati da compagnie aeree titolari di licenza di esercizio. Ogni nostro investimento e sviluppo, è misurato sulla nostra reale capacità di fare azienda, in poche parole farti viaggiare con il valore di Simple Fly.”

—> LE OFFERTE DI RYANAIR

Ryanair Reggio Calabria: i motivi del no

Quel che si chiedono i pendolari reggini – e messinesi – riguarda la mancata presenza di compagnie low cost leader del settore come Easy Jet e Ryanair. Perché nessuna compagnia vola sul cielo di Reggio Calabria? Perché l’Aeroporto dello Stretto, il Tito Minniti, non viene preso in considerazione da queste compagnie? La risposta è del tutto tecnica. Come si legge sul portale ‘aeroporticalabria.com’, infatti, Ryanair non sceglie lo scalo calabrese poiché:

RYANAIR OFFERTE VOLI GENNAIO 2017

“L’Aeroporto dello Stretto non è dotato di nessun sistema ILS, ma solo di VOR, NDB ed un Localizzatore LOC (Situato sulla collina di Mortara di Pellaro) che ha solamente la funzione di far puntare l’aereo in direzione dell’inizio del sentiero luminoso curvilineo di avvicinamento alla Pista 33. Il Comandante abilitato (l’Abilitazione rappresenta una complicazione ed un costo aggiuntivo per tutte le Compagnie) per atterrare a Reggio Calabria prima dell’inizio del sentiero non potrà più continuare a seguire il localizzatore ma dovrà procedere esclusivamente all’atterraggio in manuale e con gli aiuti visivi.”

Asia Argento amore criminale

Asia Argento Amore Criminale: la conduttrice sarà sostituita? Indiscrezioni parlano di “sfratto a breve”

mostra steve mccurry brescia

Mostra Steve McCurry Brescia 2017, “Leggere”: anteprima mondiale al Brescia Photo Festival 2017