in , ,

Affordable Art Fair 2017: foto e racconto della fiera dell’arte low cost e democratica

Si è conclusa Affordable Art Fair 2017, una tre giorni dedicata all’arte per tutte le tasche, già ribattezzato dai media come l’appuntamento culturale milanese più democratico e low budget dell’anno. UrbanPost non solo era presente ma si è fregiato dello sguardo di un’addetta ai lavori – l’artista Ilaria Beretta – che per noi ha visitato la mostra regalandoci una recensione dell’evento.

affordable

“Una volta ogni anno accade a Milano un evento rivoluzionario, non solo per il rapporto arte- galleria-pubblico, ma per la storia della formula d’esposizione fieristica d’arte. Affordable Art Fair anche quest’anno non delude le aspettative, anzi! Diverse innovazioni si possono trovare rispetto all’anno precedente, come la sezione Milano Contemporary, la quale racchiude una variegata scelta di gallerie Milanesi. 

Queste offrono la possibilità di una costante relazione con l’arte dal vivo durante tutto l’anno, e non solo durante la manifestazione. Talk per adulti e laboratori per bambini non fanno abbassare mai il livello di vitalità, quasi eccessivo, che investe ogni tipo di visitatore entrante. Percorsi sensoriali organizzati da CBM Italia Onlus danno la possibilità di esplorare vivendo a pieno i nostri sensi: tatto, udito e vista. Speciale l’esperienza regalata dell’artista non vedente Felice Tagliaferri, “ Vietato non toccare”, visita tattile alle sue opere.

Gallerie che espongono arte accessibile e concretamente acquistabile da chi trova il suo soggetto d’amore. Durante la visita si incontrano opere di livello ed opere di più bassa qualità, ma di tutte è possibile indagare ogni particolare circa la loro storia: dal momento della creazione al momento della vendita, grazie alla presenza degli energici ed instancabili galleristi, che alimentano la concentrazione di vitalità e sinergia. Altra nota di merito, che caratterizza il clima conviviale dell’evento, è la frequente possibilità di poter scambiare due chiacchiere con gli  artisti, sia italiani che stranieri, presenti in mostra con i loro lavori.

Da Superstudio Più, sede di Affordable Art Fair, si vedono persone di tutte le età uscire ingombrate da pacchi, pluriball, tele e confezioni, gioendo della conquista fatta e dell’esperienza vissuta. Spettatori lanciati fuori come molle cariche di energia che durerà sino al prossimo anno. Appuntamento immancabile a questo punto per il 2018. All’insegna di arte, esperienze ed incontri che lasciano, protagonisti ed antagonisti, carichi di nuova forza e rinnovato vigore. ”

Testo e foto a cura di Ilaria Beretta

Anticipazioni Uomini e Donne trono classico: Sonia e Manuel lasceranno il trono? Ecco chi prenderà il loro posto

Emma Marrone Facebook: la cantante insieme ad Elodie Di Patrizi e Lele Esposito