in ,

Agevolazioni casa 2016: lo sconto di Imu e Tasi sugli immobili in affitto

La Legge di Stabilità 2016 non si è occupata solo di agevolazioni fiscali per la prima casa bensì anche sulle seconde; per chi infatti ha una seconda casa in affitto a canone concordato lo Stato prevede degli sconti sulle tasse sugli immobili da versare, le note Imu e Tasi. Ecco nel dettaglio quali sono i casi in cui si possono avere le agevolazioni fiscali.

Per risollevare un mercato immobiliare fermo ormai da molti anni, lo Stato cerca di agevolare chi ha una seconda casa e decide di metterla in affitto a canone concordato, ovvero attraverso quel tipo di contratto di locazione riservato alle zone ad alta densità abitativa con il quale l’affitto da pagare è deciso entro un limite minimo e massimo e solitamente inferiore a quelli previsti nel libero mercato.

Mentre le abitazioni principali (ad eccezione di quelle di lusso) sono state escluse dal pagamento di Imu e Tasi, per i proprietari di case in affitto a canone concordato la quota da pagare per la Tasi scende del 25% in relazione all’aliquota del comune in cui è presente la casa. Il proprietario sarà quindi chiamato a pagare tra il 70 e il 90% della Tasi mentre l’affittuario, se adibisce l’immobile a prima casa, non dovrà pagare nulla. Resta invece del tutto invariato il pagamento dell’Imu anche sulle case in affitto a canone concordato.

Credit Foto: belozu / Shutterstock

riforma pensioni 2016 lavoratori precoci Opzione Donna

Riforma pensioni 2016 ultime novità: Opzione Donna anche agli uomini? Scontro tra Walter Rizzetto ed Erica D’Adda

Allucinazioni volontari bendati

Allucinazioni: scienziati bendano volontari per 4 giorni, ecco cos’è successo