in ,

Aggiornamenti caso Stamina: Davide Vannoni rinviato a giudizio

Novità sul caso Stamina. Oggi il pubblico ministero ha richiesto il rinvio a giudizio per Davide Vannoni, presidente della Stamina Foundation, e per suoi 12 collaboratori, trai i quali emergono i nomi di Marino Andolina, vicepresidente della stessa fondazione, Gianfranco Merizzi, presidente dell’associazione farmaceutica Medestea, la biologa Erica Molino e Carlo Tomino, componente dell’Aifa, l’Agenzia Italiana per il Farmaco.

Vannoni stamina Foundation a giudizio

Le indagini preliminari, condotte dai carabinieri del Nas sotto la direzione del procuratore Raffaele Guariniello, hanno portato all’individuazione di nuovi numerosi indizi a carico di Vannoni, i quali analizzati nel contesto delle oltre 40 mila pagine di documenti già in possesso degli inquirenti, hanno determinato la conferma dell’ipotesi accusatoria formulata nei confronti del presidente di Stamina.

I reati contestati sono, oltre alla truffa e l’associazione a delinquere, l’esercizio abusivo della professione medica, la diffamazione e la sostituzione di persona. Gli altri indagati sono invece accusati, a vario titolo, di aver somministrato farmaci diversi da quelli dichiarati, di aver commerciato prodotti medicinali non perfetti e legalizzati e, per i medici di Brescia è stato formulato l’abuso di ufficio. Altre otto persone risultano indagate, delle quali una deceduta. La loro posizione potrebbe risolversi con una richiesta di archiviazione.

 

 

Sabrina Salerno

Sabrina Salerno confessione shock: “Io rifiutata da mio padre”

Sangue artificiale prodotto in laboratorio

Cellule staminali: sangue artificiale creato in laboratorio