in

Aggiornamento iOS 10 iPhone 6S news: Apple offre 200 mila dollari a chi scopre bug

Negli ultimi anni, uno dei peggiori incubi delle aziende informatiche come Apple e non solo, sono i bug. Molte di queste, per ovviare al problema hanno messo a punto dei progetti chiamati bug bounty: rilasciano somme di denaro in forma di ricompensa a tutti quei soggetti i quali scoprono falle nei loro sistemi e dispositivi elettronici. Infatti, quando una persona, sia essa hacker o meno, viene a conoscenza di un bug, ha due opzioni: vendere l’informazione all’azienda oppure a delle organizzazioni che compiono atti illegali, come la sottrazione di dati sensibili.

->SEGUICI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK UFFICIALE: URBAN TECH

Aziende come Facebook, Twitter, società automobilistiche e perfino il Dipartimento della Difesa americano, comprendono fra i loro progetti anche iniziative di questo tipo. Apple, invece, sembra voler andare un po’ contro corrente. Secondo il responsabile della divisione Security Engineering, Ivan Krstic, a settembre l’azienda di Cupertino avvierà un programma del tutto particolare per aggirare il problema. Offrirà, infatti, ricompense in base al tipo di bug o falla riscontrato e il ‘premio’ in denaro potrà arrivare fino a 200 mila dollari se viene considerato estremamente grave.

Ad esempio, Apple potrà elargire anche 100 mila dollari per chi rivelerà falle nei dispositivi iOS, mentre per chi riuscirà a infrangere i server di iCloud, il compenso si attesterà sui 50 mila dollari. Non tutti, però, potranno partecipare al progetto. In cima alla lista, infatti, ci saranno gli sviluppatori e soggetti che in passato hanno già avuto modo di rivelare dei bug all’azienda e la proposta sarà un vero e proprio invito. Solo pochi eletti dunque, per evitare che gli ingegneri di Cupertino perdano di vista tutti gli altri possibili problemi.

cartoni animati tv

Cartoni animati in tv sabato 6 e domenica 7 agosto 2016

Pokemon Go teorie del complotto

Pokemon Go, l’uscita di Pokemon Plus per evitare incidenti stradali