in ,

AIDS: bimba africana sconfigge il virus dell’Hiv, terzo caso al mondo

L’Aids, la sindrome da immunodeficienza acquisita, è causata dal virus dell’Hiv, di cui ne esistono diversi ceppi sia asiatici che africani. Quando comparve per la prima volta, non esistevano cure o farmaci antiretrovirali in grado di contrastarla. Negli ultimi dieci anni, però, medicina ha fatto notevoli passi avanti contro questa terribile malattia e oggi è stato raggiunto, per la terza volta, un obiettivo che alimenterà nuove speranze per tutti coloro che ne sono affetti.

Una bimba del Sudafrica, dopo una cura durata solo 10 mesi a base di farmaci antiretrovirali, è riuscita a sconfiggere il virus dell’Hiv e, di conseguenza, il rischio di sviluppare l’Aids, la sua sindrome mortale. Ora si trova in fase di remissione a lungo termine e da almeno nove anni non assume più alcun farmaco specifico contro la malattia. I risultati del trial sono stati resi pubblici durante il convegno di Parigi dedicato all’Aids e al virus dell’Hiv. Si tratta di un traguardo epocale, il terzo al mondo per la precisione.

Se trent’anni fa non era possibile scampare all’Aids, oggi, grazie alle medicine e agli studi condotti dalla comunità scientifica di tutto il mondo, cominciano ad arrivare risposte positive. Il caso di questa bimba, si spera, non sarà l’ultimo e nel prossimo futuro potrebbero arrivare i farmaci definitivi contro questa malattia che ha ucciso migliaia di persone nel mondo.

Antonio Cassano Calciomercato Crotone

Antonio Cassano Verona: “Lascio, ma non il calcio”

Erika Preti uccisa per un pugno di briciole: il messaggio alla madre poco prima di essere massacrata