in

Aids, virus dell’Hiv snidato grazie alla tecnica del Dna ‘taglia-incolla’

Una delle caratteristiche che rende il virus dell’Hiv difficile da combattere è la sua capacità di nascondersi all’interno delle cellule in piccole particelle. In questo modo, le cellule diventano delle piccole fortezze che gli stessi ricercatori chiamano ‘santuari’. Questo è il motivo per il quale le terapie in uso oggi non sono mai riuscite a cancellarlo definitivamente.

Da queste osservazioni è nata una nuova arma contro l’Aids e il virus dell’Hiv che la provoca: si tratta della tecnica delle forbici molecolari ‘taglia-incolla’ chiamata Cispr-Cas9, sviluppata dai ricercatori della Lewis Katz School of Medicine dell’Università di Temple in collaborazione con gli esperti dell’Università di Pittsburgh. Con questa tecnica è possibile modificare le informazioni genetiche. Per farlo, i ricercatori hanno riprodotto l’infezione da Hiv su tre diversi modelli animali, tra cui un topo sul quale sono state trasferite delle cellule immunitarie di origine umana.

Nella seconda parte dell’esperimento sono state inserite le forbici molecolari nelle cellule colpite dall’infezione, comprese quelle definite ‘santuari’. Per trasportare le forbici molecolari è stato utilizzato un agente patogeno del raffreddore reso opportunamente inoffensivo. Una volta all’interno della cellula, queste hanno colpito l’Rna del virus riducendo le sue attività del 95 per cento. La diagnosi è stata poi confermata grazie alle immagini, tramite le quali è stato possibile osservare la replicazione del virus dell’Hiv nelle cellule infette in tempo reale. Questa tecnica aprirà la strada per una cura più mirata contro l’infezione da Hiv.

[dicitura-articoli-medicina]

Dieta senza glutine, chi non e celiaco rischia danni al cuore

Dieta senza glutine: non protegge il cuore nelle persone non celiache, lo studio

Chiara Ferragni Instagram, un vestito in pizzo mette in mostra le sue grazie (FOTO)