in ,

Al Bano, incendio doloso casa natale: “Uno sfregio spirituale, perché?”

Al Bano Carrisi pronto a perdonare gli autori dell’incendio doloso appiccato nel cuore della notte alla sua casa natale di Cellino San Marco, a patto di sapere perché. Il perché di quel gesto che è uno “sfregio spirituale” ad un luogo senza valore economico, ma di immenso valore affettivo per il noto artista pugliese, che in quella casupola lasciatagli in eredità dal padre ha vissuto la sua infanzia ed ora custodisce i più preziosi ricordi suoi e della sua famiglia.

“Per me è uno sfregio, doloroso e morale, un bagaglio di amarezza perché a Cellino ho investito tutti i proventi del mio lavoro e da anni offro lavoro a tanta gente”, queste le parole rilasciate all’Ansa dal cantante dopo avere appreso dell’incendio, lette poco fa in diretta a Pomeriggio 5. “Mi ha chiamato mio fratello Franco, che si sta occupando della cosa, perché io sono fuori […] Quella è la mia casa natale, la casa che mio padre mi ha lasciato in eredità, e spesso ci porto i miei figli per fargli vedere dove sono nato”.

“Non so se ho sbagliato qualcosa nei confronti di qualcuno, non so darmi la benché minima spiegazione”, ha concluso,“Non è escluso sia un atto di follia ed è quello che spero e che voglio credere”.

roma genoa probabili formazioni

Genoa – Roma diretta live Serie A, risultato finale 2-3: Totti ancora una volta decisivo

Giro d italia percorso e altimetria quattordicesima tappa

Giro d’Italia 2016 tappe e altimetrie Lombardia, Francia e Piemonte