in

Alba Parietti news, il drammatico incidente: “Ho rischiato di morire”

“Che bello, ricevere questo messaggio. Era la notte del 4 novembre 2004 autostrada Milano Bologna. Finii sotto due tir che si erano scontrati”. Inizia così il post di Alba Parietti su Instagram. La showgirl torna su questo terribile episodio rispondendo a un messaggio di uno dei soccorritori del 118 che intervenne nell’incidente e che le scrive: “Volevo semplicemente dirle che sono felice di come si sia ripresa completamente dall’evento”. “I soccorritori, come Il signore che scrive, ci misero molte ore a estrarre i nostri corpi (il mio in particolare ) incastrati sotto le lamiere, c’era gasolio sparso ovunque, io con perdita di coscienza per un politrauma cranico”, prosegue. “Tagliarono le lamiere con enormi tenaglie non usarono fiamma ossidrica perche rischiavamo di saltare tutti per aria, restarono vicino a noi, nonostante il pericolo molte persone affettuose ci prestarono soccorso”, sottolinea la Parietti aggiungendo come furono in tanti a parlarle perché non perdesse coscienza.

Alba Parietti incidente: il ricordo di quelle ore

“Ricordo le luci accecanti delle auto ferme in autostrada, l’odore di lamiere e sangue e le voci di persone che mi parlavano e mi rassicuravano. Ricordo che da lì ho capito che ero nata per la seconda volta e ogni giorno sarebbe stato una festa un regalo un dono immenso della vita. Grazie di questo messaggio, mi fa ricordare che devo essere grata alla vita e chi ho incontrato in essa. Tir esclusi..”, conclude.

Alba Pariett news e il rapporto con il sesso

Alba Parietti è stata ospite della trasmissione ECG in onda su Radio Cusano Campus e condotta da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio. La showgirl ha rilasciato dichiarazioni molto scottanti: “Sogno un matrimonio senza sesso, il sesso per me è ormai solo una noia. Tutto quello che si poteva fare l’abbiamo già fatto, in tutti i modi. Ormai cerco di volare alto, ma più cerco di volare alto, più vogliono riportarmi verso il basso. Gli uomini non hanno voglia di volare alto, mi vedono tutti sempre e solo come un oggetto. Io voglio rimanere un monumento nazionale poco utilizzato, questo è il mio destino. Tutti i miei compagni hanno sofferto dell’ansia da prestazione, ma in una maniera che non potete nemmeno immaginare. Tutti pensano che io abbia fatto chissà quali cose, che sia stata la tigre del materasso. Le reazioni umane degli uomini sono sempre le stesse, tutti si sentono terrorizzati da ciò che posso aspettarmi, mentre io ora vorrei solo dei rapporti spirituali che loro non sono in grado di darmi. Per questo dovrò rivolgermi o a una donna o a un gay”.

Bono Vox resta senza voce: interrotto concerto a Berlino, fan in ansia per il cantante degli U2

Governo news 2018, Antonio Tajani (FI) al Corriere della Sera: “Io, in piazza con gli imprenditori”