in

Alberto Angela grave lutto: «La sua scomparsa mi addolora! Era una persona straordinaria! Ci mancherà!»

Torna questa sera, 12 marzo, su Raiuno alle 21.20 Meraviglie, la penisola dei tesori, il programma di Alberto Angela dedicato all’immenso patrimonio artistico e culturale del nostro paese. Ancora una volta il divulgatore scientifico è pronto a prendere per mano i telespettatori per guiderli alla scoperta del Palazzo Ducale di Mantova, di piazza Navona a Roma e della straordinaria costiera amalfitana. Un incredibile viaggio da nord a sud, molto atteso dal grande pubblico, di cui Alberto Angela ha anticipato qualcosa su “Repubblica”.

Alberto Angela in lutto: «È una tragedia che ha colpito tutti noi, tutto il mondo della ricerca. La sua scomparsa mi addolora»

Nella stessa intervista il conduttore ha espresso il dolore per la scomparsa di Sebastiano Tusa, assessore ai Beni Culturali della Regione Siciliana e Sovrintendente del Mare della Regione tra le 179 vittime dell’incidente aereo in Etiopia di domenica scorsa, costato la vita a sette connazionali: Carlo Spini, la moglie Gabriella VigianiMatteo RavasioPilar Buzzetti, che lavorava per l’Onu, Virginia Chimenti e anche Paolo Dieci, presidente della ong Cisp. Nello specifico Alberto Angela ha manifestato il proprio dispiacere per la morte di Sebastiano Tusa che conosceva molto bene. Durante i viaggi in giro per l’Italia il divulgatore scientifico si era trovato a collaborare con Sebastiano Tusa, che tra era stato pure ospite al programma di successo di Alberto Angela Ulisse. Sebastiano Susa, infatti, oltre che politico, è stato anche un eccezionale archeologo, stimato a livello internazionale, animato dalla passione per la storia. Parole davvero commoventi quelle che Alberto Angela ha affidato a Repubblica: «È una tragedia che ha colpito tutti noi, tutto il mondo della ricerca. La sua scomparsa mi addolora».

Alberto Angela ricorda Sebastiano Tusa: «Era una persona appassionata del suo lavoro. Mi aveva sempre colpito in lui la grande professionalità!»

Alberto Angela ha saputo del disastro aereo del Boeing 737 della Ethiopian Airlines mentre era ad Israele alle prese con alcuni reportage realizzati per la nuova stagione di Ulisse. Proprio per girare un appuntamento di quest’ultimo, Alberto Angela si era trovato a lavorare con il collega Sebastiano Tusa. L’episodio risale al 2013: il noto divulgatore scientifico stava curando un servizio sulla battaglia delle Egadi. Qualcuno forse ricorderà anche la puntata, che vedeva Alberto Angela e Sebastiano Tusa immergersi insieme alla scoperta di un relitto romano a 35 metri di profondità a Levanzo, isola siciliana, che l’archeologo scomparso conosceva bene. «Era una persona appassionata del suo lavoro. Mi aveva sempre colpito in lui la grande professionalità, il suo entusiasmo, la sua capacità di organizzare la ricerca e le scoperte», ha spiegato Alberto Angela su Repubblica, concludendo: «Sono molto vicino ai suoi cari, che sono stati così duramente colpiti da questa tragedia. Ma penso anche a quanto ci mancherà la sua capacità di viaggiare nel passato e anche la sua umanità. Era un persona straordinaria. Tusa era certamente una delle figure più luminose dell’archeologia!». 

leggi anche l’articolo —> Alberto Angela alla scoperta delle “Meraviglie” d’Italia: un viaggio da Nord a Sud nei posti che non ti aspetti

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi", “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Omicidio Giulia Ballestri news quarto grado

Omicidio Giulia Ballestri, Matteo Cagnoni non possiede più nulla: nuova tegola su di lui

Serale Amici 2019: ecco chi potrebbero essere i nuovi direttori artistici