in , ,

Alberto Burri centenario: il 12 marzo 1915 nasceva l’artista medico di Bianchi e Catrami

Il 12 marzo 1915 nasceva Alberto Burri, immenso artista e pittore italiano. Per il suo centenario Urban Memories ripercorre il viaggio della sua arte, con le sue opere e qualche curiosità, perché un grande Maestro come Burri riesce sempre a far innamorare di sé, sia che ci troviamo davanti ad una scrivania immersi nella gestione di innumerevoli mail, sia che siamo distesi comodi su un divano persi nello zapping frenetico con il telecomando, sia che non sappiamo più dove sbattere la testa. Alberto Burri piomba addosso e lascia una pelle difficile da lavare. Alberto Burri si laurea in medicina, diventa medico, viene recluso nel criminal camp in Texas, inizia a dipingere e non smette mai, restando negli occhi “Bianchi” e nelle mani “Catrami“, come le sue prime opere astratte.

Nero 1, SZ1, Sacco, Bianco, Composizione, Sacco e Rosso, Martedì Grasso, Grande Ferro M1, Grande Rosso, Grande Cretto, Gibellina, Grande Cretto Nero, Grande Nero, dal 1948 al  1980 si susseguono nei colori intensi e nei materiali sottili, quei tessuti che solamente a guardarli evocano poesia e quei fili annodati che non potrebbero stare altrove, se non tra le opere di Alberto Burri.

Grandi, ricordi dell’artista contemporaneo devoto alla sperimentazione e alla materia, vicino sempre, e lontano anche, a Lucio Fontana, Antoni Tàpies, Joseph Beuys, Afro Basaldella, Piero Manzoni, e Damien Hirst, vicino sempre, e lontano anche, a Piero Della Francesca. Per il centenario della nascita di Burri, Sky Arte propone oggi in prima visione assoluta alle 20.15 il documentario “Alberto Burri e Piero Della Francesca. Le due rivoluzioni“, per sentire ancora da vicino, Bianchi e Catrami.

alberto burri

alberto burri centenario

alberto burri centenario

 

Antonio Razzi ultime news

Antonio Razzi, la proposta al ministro Lorenzin: “Sgravi fiscali a chi va in palestra”

Hernanes Inter

Wolfsburg – Inter ultimissime: Hernanes in coppia con Shaqiri?