in ,

Alcoa, chiude definitivamente lo stabilimento di Portovesme

Chiude definitivamente lo stabilimento del Sulcis per la lavorazione dell’alluminio, fermo dal novembre 2012. La fabbrica chiuse i battenti sotto le proteste dei suoi dipendenti, e da ieri, causa “mancanza di competitività dell’impianto”, è morta definitivamente. Ad annunciarlo in un comunicato la multinazionale dell’alluminio americana Alcoa che, dopo due anni, conferma l’invariata situazione di stallo dello stabilimento di Portovesme.Alcoa fabbrica alluminio

Bob Wilt, presidente di Alcoa Primary Products, ieri ha dichiarato: “La chiusura ridurrà la capacita produttiva complessiva di Alcoa di 150.000 tonnellate a 3,6 milioni tonnellate annue. L’interruzione della produzione era stata attuata nel 2012 per gli elevati costi di produzione, tra i più alti negli smelter di Alcoa, e le limitate prospettive di competitività dell’impianto”.

La dirigenza Alcoa ha tuttavia assicurato di voler onorare gli impegni assunti con tutti i dipendenti, “agendo in buona fede come abbiamo sempre fatto” – ha detto Wilt – e nel rispetto degli accordi presi con governo e sindacati. L’azienda ha infatti predisposto per i dipendenti “un programma di sostegno finanziario e sociale comprensivo di servizi per l’outplacement e la ricerca di una nuova occupazione”, ha concluso Bob Wilt.

Livorno tifo nei fossi per partecipare all'Ice Bucket Challenge

Ice Bucket Challenge: a Livorno adesione personalizzata con tuffo nei fossi (Video)

Ice Bucket Challenge: Cameron Lancaster, prima vittima della gara di solidarietà