in

Alcuni alimenti per avere una linea perfetta anche dopo le vacanze

Depressione, stress, nostalgia, abbronzatura che lentamente scompare via… tra i tanti “effetti collaterali” del post-vacanza c’è anche quello di veder persa la smagliante forma fisica che, a fatica, abbiamo conquistato per la prova costume.

pesi palestra

Questo perché in città i ritmi sono più frenetici, i pranzi più fugaci e ci si muove di meno (o in modo non certo salutare) rispetto alle salutari passeggiate in riva al mare o le rassodanti nuotate in acqua. Per non parlare delle escursioni o le serate in discoteca. Sicuramente, la ripresa delle attività sportive, sono un buon metodo per conservare una buona linea, ma diciamocelo: chiuderci subito nelle quattro mura di una palestra (anche se si tratta in un centro iper attrezzato, con tanto di aria condizionata e piante verdi) dopo averci passato quasi un intero anno, non è certo un’idea allettante.

Possiamo, allora, correre ai ripari anche con la sola alimentazione, ricorrendo a cibi leggeri, rinfrescanti e drenanti, che ci aiutano a combattere l’accumulo di grasso e non solo. Vediamoli insieme.

Parlando di grassi, il cetriolo è ottimo per bruciarli. Ricco di acqua e con tanta vitamina C, amminoacidi, potassio, sodio, fosforo e calcio è un ottimo integratore che ci aiuta a riprendere le attività quotidiane e a ricaricare l’organismo di sali minerali perduti con il caldo. L’acido tartarico, inoltre, contenuto in elevate dosi, aiuta a controllare l’assimilazione dei carboidrati, contrastando il grasso in eccesso. Ottimo anche per la pelle e per eliminare le sostanze tossiche dall’organismo.

zucchine e cetrioli

Restando in tema di verdure, le zucchine servono soprattutto a chi ha paura di perdere la tanto sudata abbronzatura, grazie all’apporto di vitamine A e C contenute in gran quantità. Ma la zucchina è anche ricca di acqua (oltre il 90%) ed aiuta a drenarci e a combattere malattie come il diabete,  quelle legate al cuore, ai reni e perfino le enteriti o le semplici infiammazioni.

La menta è un odore ma appartiene ancora alla categoria delle verdure. Meglio, però, se ne facciamo una bella tisana. Gli effetti benefici vanno dal combattere il senso di pesantezza che, a volte, si sente proprio a causa del cambio di alimentazione e di luogo, dopo il rientro dalla vacanza. Ma è buona anche per curare mal di gola da primi freddi e disturbi digestivi in genere.

Per la questione frutta, possiamo far uso di ciò che ci offre ancora la stagione estiva: pesche, anguria, meloni, etc. Iniziando proprio da quest’ultimi, oltre a rinfrescarci dal calore degli ultimi scampoli d’estate, il melone è ricco anche di fosforo (ottimo per la memoria), calcio, potassio, le onnipresenti vitamine A e C e gli antiossidanti, specializzati nel combattere i radicali liberi ed aiutare a rinforzare arterie e migliorare la circolazione.

Meloni-e-angurie

Dal melone all’anguria, il passaggio è breve. Anche questa ricca di acqua (oltre il 90%, proprio come il melone) ma con l’aggiunta di potassio e magnesio rappresenta un ottimo integratore di sali minerali. La carrellata di vitamine contenute (ben 4: A, C, B e B6) e gli antiossidanti, insieme ai carotenoidi e il fruttosio, aiutano a disintossicare e depurare l’organismo, controllano l’ipertensione, combattono la ritenzione idrica ed il gonfiore alle gambe, e sono nemici della cellulite.

Molti non lo sanno ma la pesca è uno dei frutti più ricchi di acqua al pari dei precedenti menzionati (quasi il 90%). Ricca anche di vitamina A e C, di potassio,  ferro, calcio, fosfato aiuta a mantenere forti i denti e le ossa e  migliorare la vista. Inoltre il beta carotene (insieme alla vitamina A) aiuta a conservare una pelle elastica e luminosa.

In soccorso ci vengono anche i prodotti ittici. Iniziamo dal pesce spada, ricco di proteine, di vitamine (B12 e B6), niacina, fosforo, selenio è un toccasana per i nostri muscoli. Attenzione al tipo di cottura: sceglierne sempre una che non intacchi i preziosi elementi contenuti nella sua carne.

Indubbiamente dalle carni più digeribili, la sogliola rimane il piatto preferito per i bambini (che mal sopportano il pesce). Inoltre, è ricco di sali minerali e contiene proteine a sufficienza. La tenerezza della sua carne ne permette una cottura rapida e leggera, senza aggiunta di pesanti condimenti.

pollo insalata

Il palombo è un pesce molto usato in cucina, per il gusto delle sue carni (non particolarmente ricche di grassi). Oltre ad un buon quantitativo di proteine, contiene sali minerali come iodio, calcio e fosforo), vitamina A e PP. Tante le ricette, sui libri e sul web, su come cucinare questa salutare prelibatezza.

Restando in tema di carni bianche, il pollo resta indubbiamente un alimento ricco di proteine, vitamine (B1, B2, PP) e sali minerali (sodio, magnesio, selenio, fosforo, ferro). Il pollo, come la sogliola, è molto apprezzato dai bambini per le sue carni tenere (e poco nervose). E può essere utilizzato in piatti come fresche insalate estive.

Ovviamente, per chi può, a fine pasto, una buona passeggiata è sempre salutare. Magari la sera, con il fresco, per le vie della città che sono tornate a pullulare di vita!

Seguici sul nostro canale Telegram

Fernando Alonso e Sebastian Vettel

F1: nelle prove del Gran Premio di Monza Vettel in pole e Alonso s’infuria con il box Ferrari (Video)

squadra antimafia 5 anticipazioni

Squadra antimafia 5 anticipazioni: tra le new entry la donna che conquisterà il cuore di Domenico Calcaterra