in ,

Alessandria: uccide la compagna, poi si dà fuoco sull’auto insieme a un’altra donna

E’ mistero sul duplice omicidio avvenuto tra Alessandria e Ventimiglia nelle scorse ore. Un ex poliziotto ha infatti ucciso la sua compagna, di origine cubana, nel suo appartamento di Alessandria, per poi raggiungere Ventimiglia e togliersi la vita con un’altra donna, dando fuoco all’auto che stava conducendo.

Gli uomini della Squadra Mobile di Alessandria stanno cercando di ricostruire la dinamica intricata di questa misteriosa serie di delitti, alla quale sembra non esserci spiegazione. Pare che l’uomo avesse già premeditato quanto poi avrebbe compiuto. Da una prima ricostruzione si ipotizza infatti che l’ex poliziotto abbia ucciso la compagna tre o quattro giorni fa, autodenunciandosi poco dopo al Commissariato di Genova, ma avrebbe rilasciato solo alcuni dettagli per depistare gli agenti dal ritrovamento del cadavere.

Successivamente, inseguito dalla Polizia, avrebbe noleggiato un’automobile e si sarebbe spinto insieme a un’altra donna in direzione Ventimiglia, forse con l’intento originario di fuggire in Francia. Sull’autostrada però ha deliberatamente appiccato un incendio all’automobile, provocando la propria morte e quella della donna che con lui era a bordo. Dalle prime ipotesi sembra che il delitto sia riconducibile a un rituale parareligioso: l’uomo infatti apparteneva a una setta attiva nell’ambiente sudamericano.

 

Fonte immagine: Shutterstock

startup italia

Startup Italia Jobs: trova lavoro in startup e innovazione in Italia

Papa Francesco isis

Papa Francesco: La teoria gender è “un passo indietro”