in

Alex Zanardi, successo al Mugello e promessa: “Penso già a Tokyo 2020!”

Ma chi lo ferma Alex Zanardi? Il campione italiano,  al rientro alle corse dopo 15 mesi di stop, ha vinto gara 2 del campionato italiano Gran Turismo al Mugello. L’atleta azzurro era alla guida una Bmw M6 del Team Italia. L’ultima gara motoristica del bolognese era stata la 24 Ore di Spa nel luglio 2015, quando ha condiviso il volante di una BMW Z4 GT3 con Timo Glock e con Bruno Spengler. Dopo quella corsa, Alex Zanardi si è dedicato esclusivamente ai preparativi per le sue competizioni paraciclistiche di Rio de Janeiro dove ha vinto due medaglie d’oro e una d’argento.

Al termine della gara, un raggiante Zanardi ha confessato che tornare al Mugello è stata: “Un’emozione unica poter correre nel circuito più bello del mondo.” Inoltre,  Alex ha affermato come l’emozione abbia rischiato di giocare un brutto scherzo: “Ieri sera mi sono addormentato con l’idea che oggi potevamo fare qualcosa di importante e ora che il sogno si è realizzato, non aspetto altro che andare a festeggiare con i ragazzi del team.”

Ma il vero sogno di Alex Zanardi è soltanto uno, tornare ai Giochi Olimpici: “Voglio andare anche alla Paralimpiade di Tokyo 2020 – ha confessato – nella staffetta sono convinto che potremo ancora giocarcela, però, poiché sono anche un po’ egoista, vorrei provare a fare anche la gara individuale”. Infine, Zanardi ha spiegato come alla sua età si senta ancora un ragazzino, sportivamente parlando: “Ho 50 anni e pensare di avere davanti un grande futuro è una bella prospettiva, però da un certo punto di vista è vero perché anche se non posso dire di essere un ragazzino non mi sento arrivato al mio traguardo finale. Ne ho tagliati tanti nel corso della mia esistenza, però so che non è ancora finita.”

iphone 7

iPhone 7 vs Samsung Galaxy Note 7: sfida all’ultimo disastro, intanto Apple rinnova i locali

Domenica Live Gina Lollobrigida Matrimonio

Matrimonio Gina Lollobrigida a Domenica Live Javier Rigau: “Ecco la mia verità”