in

“Alice attraverso lo specchio” in tv stasera su Italia 1: tutte le curiosità sul sequel di James Bobin

Questa sera, 1 maggio 2019, alle 21.25 andrà in onda su Italia 1 Alice attraverso lo specchio (Alice Through the Looking Glass), il fantasy diretto da James Bobin, sequel di Alice in Wonderland di Tim Burton, che in questo caso figura solo tra i produttori. Nel cast molti attori già presenti nel primo capitolo: Mia Wasikowska, Johnny Depp, Anne Hathaway e Helena Bonham Carter. Tra le novità della pellicola: Sacha Baron Cohen che interpreta il Tempo, tra i personaggi principali. Il film è dedicato ad Alan Rickman, la voce originale del Brucaliffo, morto all’inizio del 2016.

Alice attraverso lo specchio: la trama del sequel diretto da James Robin nel 2016

La storia si riaggancia al precedente film, che si era concluso con la giovane Alice pronta a partire verso le Indie, per commerciare con la Cina, come suo padre, visionario uomo di affari, prima di morire, aveva sempre sognato. Ritroviamo, infatti, la protagonista che, a distanza di tre anni, fa ritorno a Londra. Tanti i cambiamenti: il suo ex fidanzato, nonché promesso sposo lasciato in Alice in Wonderland, rema contro per per portarle via la nave, unico ricordo dell’amatissimo padre scomparso. Nel bel mezzo di una festa, Alice si ritrova però ad inseguire una farfalla, che altri non è che il Brucaliffo: inizia così per lei un’altra straordinaria avventura nel paese delle meraviglie. Anche qui però i problemi non mancano: il Cappellaio Matto è fuori di sé e per salvarlo Alice dovrà lottare contro il Tempo. 

Alice attraverso lo specchio: alcune curiosità

Il 7 dicembre del 2012, forti del successo del primo capitolo, viene annunciato l’avvio del sequel, con la conferma di Linda Woolverton come sceneggiatrice. Il 30 maggio 2013 James Bobin viene scelto invece come regista. Alice in Wonderland, infatti, recava la firma del sognatore Tim Burton, che è comunque tra i produttori. Il titolo iniziale era Alice in Wonderland: Into the Looking Glass, cambiato nel gennaio 2014 in Alice in Wonderland: Through the Looking Glass. Soltanto nel 2015 si è optato per il semplice Alice Through the Looking Glass. Il titolo italiano Alice attraverso lo specchio, viene annunciato a novembre dello stesso anno. Il budget del film è stato di 170 milioni di dollari, non proprio pochi spicci. Secondo fonti attendibili tale pellicola avrebbe portato in seguito alla Disney una perdita di quasi 70 milioni di dollari. Le riprese sono iniziate il 4 agosto 2014 agli Shepperton Studios e sono terminate il giorno di Halloween dello stesso anno. Il film è liberamente ispirato al romanzo “Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò” di Lewis Carroll, scritto nel 1871. Notevoli sono le differenze tra i due come ha giustamente rilevato una buona fetta di critica cinematografica.

Altre curiosità? Beh, Johnny Depp, Helena Bonham Carter, Alan Rickman, Sacha Baron Cohen e Timothy Spall hanno recitato insieme già in Sweeney Todd – Il Diabolico Barbiere di Fleet Street (2007), un film diretto da Tim Burton. Ed è altrettanto giusto rilevare che questi e Johnny Depp si trovano per la prima volta a lavorare senza che Tim Burton stia dietro la macchina da presa, vale a dire non da regista, ma da produttore. Anne Hathaway, Helena Bonham Carter e Sacha Baron Cohen si erano già ritrovate a lavorare insieme sul set de Les Misérables (2012). Un film non proprio per bambini, tant’è che Alice attraverso lo specchio ha ricevuto un PG ossia un “parents cautioned suggested”, difatti i bambini sotto i 10 anni richiedono l’accompagnamento di un adulto. Primati? Si tratta del primo film per cui Pink ha realizzato una canzone: “Just Like Fire”. Vale la pena (ri)vederlo? Assolutamente sì.

leggi anche l’articolo —> “Alice nel paese delle meraviglie”, in tv stasera il classico disney: tutto quello che (forse) non sai sul capolavoro di Lewis Carroll

 

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost e LuxGallery. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Berlusconi Renzi accordi senato

Silvio Berlusconi operato, al momento è in terapia intensiva: il dottor Zangrillo svela retroscena sul malore

Casillas infarto durante l’allenamento: il portiere spagnolo ricoverato d’urgenza