in ,

Alitalia News, 400 dipendenti a casa ma c’è il pre-accordo con i sindacati: cosa cambia

Alitalia può tirare un sospiro di sollievo? Le ultime news parlano di un pre-accordo raggiunto con i sindacati, una riduzione degli esuberi che si fermano a circa 400, nuovi investimenti per la Compagnia di Bandiera, e la garanzia pubblica da 200 milioni su eventuali flop del piano di risanamento, grazie a Invitalia, l’agenzia del ministero dell’Economia che tra le sue missioni ha anche quella di contribuire al risanamento di aziende in difficoltà.

—> Tutto sul mondo del Lavoro

  • Alitalia esuberi: ecco i nuovi numeri

Nella notte, dunque, Alitalia e i vertici sono giunti a un preaccordo che riduce e di molto le distanze tra le parti: gli esuberi complessivi scendono a quota 1.700 dai 2.037 preventivati. Di questi tra i dipendenti a tempo determinato si va dai 1.338 richiesti a 980, mentre non verranno rinnovati quasi 600 contratti a tempo determinato e usciranno 140 unità dalle sedi estere. Anche il taglio al costo del lavoro cala nettamente dal 30 all’8%.

Capitolo personale navigante. Con il nuovo accordo per Alitalia sono previsti: “scatti di anzianità triennali con il primo nel 2020, un tetto di incremento retributivo in caso di promozione pari al 25%, l’applicazione ai neoassunti dei livelli retributivi Cityliner – il vettore del breve raggio – indipendentemente dall’aeromobile d’impiego”.

—> Le ultime news con UrbanPost

  • Alitalia Fondi: le cifre stanziate

Con l’accordo raggiunto questa notte, intorno alle ore 3, Alitalia è certa di avere la disponiblità  degli azionisti a immettere, in seno alla compagnia, somme complessive per 2 miliardi dei quali circa 900 milioni di nuova finanza. Il piano industriale approvato nelle settimane scorse dal cda prevede una crescita dei ricavi ed una significativa riduzione dei costi: un miliardo di euro di uscite per beni e servizi compreso il personale per 300 milioni, sarà tagliato dai conti per far spazio contemporaneamente all’immissione di risorse finanziarie puntate al rilancio della società. Per crescere Alitalia avrà bisogno di 14 nuovi aerei sul lungo raggio.

—> Cosa devi sapere sulle Notizie Utili

  • Alitalia personale: la produttività

Per il personale navigante è prevista la riduzione di un’assistente di volo negli equipaggi a lungo raggio. Saranno ridotti anche i riposi: dai 120 annuali a 108 con minimo garantito di 7 al mese. In arrivo anche esodi incentivati da buonuscita per piloti ed assistenti di volo. Per il personale navigante ci sarà poi il superamento e riproporzionamento delle fasce di indennità di volo oraria per il personale part-time. Al termine dei contratti di solidarietà saranno valutate le possibilità “di trasformazione del part-time in base alle esigenze aziendali”.

—> Tutto sul mondo della politica italiana

  • Alitalia, Referendum già la prossima settimana?

“Le parti hanno firmato un verbale di confronto che riporta la struttura di un possibile accordo migliorativo per il numero degli esuberi, per le esternalizzazioni, per i tagli alle retribuzioni. I sindacati  si sono riservati di tenere un referendum già la prossima settimana”. Lo ha detto il Ministro Carlo Calenda. Soddisfatto anche Graziano Delrio: “Siamo soddisfatti perché abbiamo ottenuto più aeromobili, meno esuberi e di tenere le attività di manutenzione all’interno dell’Alitalia: crediamo di aver ridotto al minimo il taglio dei salari.” Infine, non esulta la Camusso: “Abbiamo definito un verbale di confronto che sottoporremo al giudizio dei lavoratori la prossima settimana con un referendum vincolante”.

Sassuolo – Sampdoria probabili formazioni e ultime news, 32a giornata di Serie A

Raz Degan e Paola Barale è già finito l’amore? Ecco cosa è successo dopo la finale dell’Isola dei Famosi 2017