in

Allarme anidride carbonica nell’aria: superato limite nell’atmosfera

Notizia poco nota, ma altrettanto assolutamente poco confortante è quella che arriva dalla stazione di rilevamento delle isole Hawaii circa il contenuti di gas e altre sostanze nell’atmosfera, che ha certificato una notevole presenza di CO2 all’interno dell’atmosfera, e dunque buona parte dell’aria che respiriamo.

cos1

Nello specifico, va sottolineato che l’anidride carbonica è un gas serra, uno dei maggiori responsabili del riscaldamento terrestre e inoltre  trasparenti alle onde solari ma allo stesso tempo riflettenti: questo ovviamente è un dato del tutto allarmante, visto che proprio per le sue proprietà c’è il pericolo di un eccessivo innalzamento della temperatura terrestre dovuta a questo gas. Il dato perciò va a confermare quelli che sono gli studi di questi ultimi decenni che avevano evidenziato come nel giro di qualche tempo ci sarebbe stato un vertiginoso aumento della concentrazione di CO2 nell’aria.

Il valore raggiunto è di 440 ppm, valore notevolmente più alto di quello limite di 400 parti per milione: il valore di 440 ppm fu raggiunto ben 3-5 milioni di anni fa, quando la quantità di gas serra nell’aria era certamente diversa da quella che oggi c’è e che soprattutto inspiriamo.

Gli studiosi dell’istituto di analisi delle Hawaii ha comunque dichiarato di voler continuare i suoi studi che sicuramente possono essere ritenuti allarmanti ma non al punto da mandare in agitazione il mondo intero: la causa maggiore di questo vertiginoso aumento è la combustione di fossili e benzine, ma le case automobilistiche e di motori stanno elaborando sistemi che arriveranno ad una netta riduzione di emissioni di anidride carbonica.

Anticipazioni Uomini e Donne: Francesco e Teresanna sono tornati insieme

Oggi 12 Maggio è la festa della Mamma