in ,

Allarme petrolio Genova, striscia di 2km di greggio in mare a Loano

Continua l’allarme ambientale a Genova e nel savonese dopo che domenica scors si era verificata la rottura di una conduttura nell’oleodotto Iplom del capoluogo ligure; questa mattina si era verificato il cedimento di uno degli argini di contenimento del Polcevera, il fiume dove si era verificato il riversamento diretto del greggio a causa delle forti piogge che hanno innalzato il livello dell’acqua.

La struttura era stata creata appositamente per evitare che le acque contaminate del Polcevera potessero confluire in mare; ed è proprio nel tratto antistante Genova, Savona e Imperia che i satelliti avrebbero individuato una striscia oleosa di 2 km di lunghezza e  500 metri di larghezza che tuttavia non sarebbe in alcun modo collegata con il cedimento della diga.

Una motovedetta della Guardia Costiera sta monitorando il movimento della chiazza in mare che si starebbe dirigendo verso Ponente; secondo quanto affermato dal sindaco di Genova, la chiazza in acqua potrebbe essere materiale fuoriuscito nelle prime ore dell’incidente. Intanto il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha disposto lo spiegamento di due navi della flotta Castalia nel tratto di mare tra Genova e Savona.

napoli

Sondaggi comunali Napoli 2016: intenzioni di voto dei cittadini in vista delle elezioni amministrative

Isola dei Famosi 2016 concorrenti

Isola dei Famosi 2016, malore per Jonas Berami: paura a Playa Uva