in

Allarme Sla, nel 2040 i malati saranno il 32% in più: le donne tra le categorie più colpite

Uno studio italo-americano lancia l’allarme su un probabile e cospicuo aumento di malati di Sla da qui al 2040: in particolare, secondo la ricerca il numero di pazienti affetti da Sclerosi Laterale Amiotrofica saliranno di oltre il 30% e il pericolo sarà più alto nelle donne.

La dead line fissata dal recente studio sulla Sla è il 2040: tra meno di 25 anni, infatti, la Sclerosi Laterale Amiotrofica sarà da considerarsi un vero e proprio pericolo per l’uomo visto il probabile aumento di malati che vedremo sfilare davanti ai nostri occhi. Lo studio ha infatti previsto un aumento medio del 32% di malati di Sla, passando da 200mila malati attuali a 370mila: questo aumento di malati, avrà tra le conseguenze anche un netto aumento delle spese da sostenere che, negli Stati Uniti, è già di 400mila dollari l’anno per ogni paziente.

Nonostante ad oggi le cause della malattia siano ancora sconosciute, lo studio ha creato una vera e propria mappa per l’intervento sanitario e futuro della Sclerosi Laterale Amiotrofica: pubblicato sulla rivista Nature Communication e portato avanti da Adriano Chiò, responsabile del Centro Sla della Città della Salute, insieme a Bryan Traynor del National Institutes of Health di Bethesda, la ricerca ha dato come risultati dei dati ben precisi sulla frequenza e sulla diffusione della Sla nel mondo. L’aumento più cospicuo avverrà in Africa (100%) mentre l’Europa si fermerà al 20%: a farne le spese, però, saranno soprattutto le donne ed è anche per questo che è ora necessario approfondire le cause dell’insorgere di questa malattia.

snapchat app filtri accusa

Snapchat foto: un nuovo filtro “razzista” fa arrabbiare gli utenti dell’App

pranzo ferragosto

Pranzo di Ferragosto 2016: menù di ricette light