in ,

Allarme terrorismo, Isis: preso in Libia Al Fezzani, reclutatore di jihadisti in Italia

L’allarme terrorismo in Italia resta alto dopo l’ultimo messaggio dell’Isis che ha esortato i “lupi solitari” ad agire anche nella penisola. Intanto dalla Libia arriva una buona notizia, le forze libiche di Zintan, alleate del generale Khalifa Haftar, hanno preso il tunisino Moez Ben Abdulgader Ben Ahmed Al Fezzani, conosciuto ai più come Abu Nassim. Al Fezzani era stato segnalato dalla polizia italiana come pedina importante ed anello chiave nel reclutamento di combattenti per l’Isis in Italia.

L’uomo era diventato anche uno dei leader del nero califfato in Libia. Stando a quanto riporta il sito Libya Herald, Al Fezzani in fuga da Sirte, città ormai conquistata dagli uomini del Presidente El Serraj, sarebbe stato intercettato vicino a Regdalin e al-Jmail, Ovest del Paese Nord africano. Lo jihadista stava cercando di rientrare in Tunisia. Al Fezzani è però un profilo ben conosciuto anche dalle autorità tunisine. Il terrorista è infatti accusato di essere responsabile del tentativo di golpe nella città tunisina di Ben Guerdane. I fatti riguardano lo scorso marzo. Negli scontri per la presa di controllo della città rimasero uccise 58 persone.

Tunisia, ma non solo, anche le forze di polizia italiane erano ben consce del ruolo di Al Fezzani che fu espulso dall’Italia nel 2012, dopo essere stato assolto in primo grado dall’accusa di associazione a delinquere e associazione con finalità di terrorismo internazionale. Stando alle ultime indiscrezioni, Al Fezzani sarebbe stato anche inserito nelle indagini sul sequestro dei tecnici italiani Gino Pollicardo, Filippo Calcagno, Salvatore Failla e Fausto Piano. Un sequestro che è terminato con la tragica morte di due dei quattro italiani.

 

Gianluca Vacchi e la fidanzata Giorgia Gabriele

Gianluca Vacchi rimbalzato al Billionaire: ecco la sua versione dei fatti

Cagnotto Europei nuoto Londra 2016 oro

Olimpiadi Rio 2016, tutti gli addii: da Phelps a Tania Cagnotto e Vanessa Ferrari