in

Allattamento al seno, protegge il cervello dall’Alzheimer

Anche se lo studio si è basato soltanto sull’analisi di 81 donne, il risultato sembra soddisfare i ricercatori della University of Cambridge, i quali intendono replicare quanto prima lo studio su un numero maggiore di soggetti, per riceverne ulteriore conferma. Allattare al seno, si sa, fa bene, al bebè e alla mamma, soprattutto protegge il cervello della donna dallo sviluppo dell’Alzheimer; inoltre, più a lungo dura l’allattamento, più basso è il rischio di demenza.

Lo studio, pubblicato sul Journal of Alzheimer Disease, è stato condotto da un gruppo di ricercatori britannici della University of Cambridge, i quali  hanno intervistato 81 donne di età compresa tra 70 e 100 anni, alcune delle quali affette dal morbo. Inoltre, gli studiosi hanno raccolto informazioni sullo stato di salute generale di queste donne e sulla loro vita riproduttiva da parenti, coniugi e badanti e hanno evidenziato l’esistenza di un profondo legame tra allattamento al seno e problemi di demenza. Infatti le donne che hanno allattato naturalmente sono meno esposte alla  possibilità di sviluppare l’Alzheimer, e più a lungo era durato l’allattamento, più basso era il rischio di incorrere nella demenza.

Cura-Alzheimer

I motivi alla base del rapporto allattamento-Alzheimer sono, però, ancora poco chiari: infatti, secondo alcuni, l’allattamento al seno priva il corpo della presenza del progesterone, un ormone noto per desensibilizzare i recettori cerebrali degli estrogeni, che a loro volta giocano un ruolo importante nella protezione del cervello dallo sviluppo di questa demenza. Tuttavia l’Alzheimer è connesso anche  alla resistenza all’insulina a livello cerebrale: secondo altri studiosi, infatti,  l’ allattamento aumenta la tolleranza al glucosio, ripristinando la sensibilità all’insulina ai livelli precedenti la gravidanza e proteggendo quindi il cervello dal declino.

Seguici sul nostro canale Telegram

Obesità: tra le cause possibili c’è anche un gene

adele paparazzi

Adele sbarca al cinema: sarà la cattiva in “The Secret Service”