in

Allergia al Nichel? Ecco gli alimenti da evitare

L’allergia o l’intolleranza al nichel, purtroppo sempre più diffuse, possono causare a chi ne soffre molti fastidi a livello cutaneo e alimentare. Per riuscire a condurre una vita normale e lontana da reazioni allergiche, quindi, non è sufficiente evitare il contatto diretto con tutti gli oggetti che contengono questo metallo altamente allergizzante quali, ad esempio, gioielli di bigiotteria o fibbie di cinture. Il nichel, infatti, si può trovare in moltissimi alimenti ed è bene quindi stare attenti ai cibi che mangiamo, in quanto la loro assunzione può scatenare diversi problemi che vanno da una semplice dermatite da contatto ad un vero e proprio attacco d’asma. Informiamoci, dunque, e conosciamo gli alimenti che mangiamo.Ortaggi da evitare per allergia nichel

Un accorgimento, anzitutto: evitare gli alimenti contenuti in scatolette di alluminio e lattine, preferendo le confezioni in vetro. Così pure, evitare di utilizzare le pentole in alluminio e le padelle in teflon per cucinare. L’intolleranza a questo allergene è soggettiva, e può manifestarsi a diversi livelli di intensità, occorre sapere quali cibi preferire, quali evitare e quali assumere in piccolissime quantità.

In quanto minerale, il nichel si trova nell’ambiente naturale e può intaccare, attraverso la terra, piante e ortaggi comuni, destinati poi alle nostre tavole. Ecco qui di seguito gli alimenti da bollino rosso, che vanno evitati o comunque assunti in modiche quantità da soggetti allergici o intolleranti a questo metallo.

1) Cioccolato amaro e cacao in polvere. E’ uno degli alimenti a maggiore concentrazione di nichel, quello fondente ne contiene 2,6 microgrammi per grammo, quello al latte 1,2 e il cacao in polvere 9,8.

2) Frutta secca in guscio come noci, nocciole, mandorle e arachidi; legumi, con particolare riferimento alle lenticchie, ai ceci e alla soia.

3) Anacardi. Tra la frutta secca è quella che contiene più nichel, 5,1 microgrammi per grammo. Non trascurare nemmeno il rischio che si trovi nei prodotti industriali e confezionati.

4) Pomodori, ma anche asparagi, broccoli, carote, cavoli, cavolfiori, fagiolini, finocchi, lattuga, sedano, radicchio e altri ortaggi. Cetrioli, zucca, zucchine, melanzane e peperoni, invece, sono generalmente più tollerati.

5) Spinaci. Verdura da tenere sotto controllo perché contiene nichel in grande quantità: 0,30 microgrammi per grammo.

6) Frutti di mare e crostacei. Bollino rosso per ostriche, salmone, gamberi e  cozze, ma anche aringhe e sgombri.

7) Pesce come salmone e pesce azzurro.

8) Cereali, soprattutto avena e frumento integrale. I più ricchi del metallo sono l’avena, il mais, il miglio e il grano saraceno, incluse le relative farine e i prodotti confezionati che possono contenerle.

9) Lievito in polvere.

10) Bibite. Oltre a tutte quelle contenute in lattina, da evitare la cioccolata, il caffè, il tè e la birra.

Amici 13 anticipazioni

Amici 13 anticipazioni serale 26 aprile: professori impazziti nel backstage (video)

venier lite carraro ventura

Domenica In anticipazioni ospiti puntata 27 aprile: Anna Marchesini, Geppi Cucciari e Francesco Renga