in ,

Allergia al Nichel: sperimentato primo vaccino in capsule

È stato sperimentato, per la prima volta, un vaccino che assunto nel tempo in dosi crescenti potrebbe guarire l’allergia al Nichel. L’importante risultato è stato ottenuto dal team di ricercatori del reparto di allergologia dell’Università Cattolica-Policlinico A. Gemelli di Roma, in collaborazione con l’Università di Chieti.Allergia al Nichel

Al momento si tratta solo di una sperimentazione sui pazienti, ma il vaccino, in capsule, si è rivelato molto efficace nella cura dell’allergia all’elemento chimico, utilizzato per costruire cellulari e tablet, ma contenuto anche in molti alimenti. Domenico Schiavino, il medico che ha coordinato la sperimentazione, ha spiegato: “L’allergia da contatto al nichel è molto diffusa e può riguardare fino al 30% della popolazione generale. Un 20% di questi è fortemente allergico e presenta anche reazioni allergiche al nichel contenuto negli alimenti per cui si parla di sindrome allergica sistemica al nichel, perché oltre a dare orticaria ricorrente, l’allergia causa sintomi gastrointestinali”.

Il nuovo vaccino in capsule è in grado di ridurre i fastidi gastrointestinali e cutanei causati dall’allergia, ma pare essere non tanto risolutivo per la dermatite da contatto, causata dall’uso spasmodico di dispositivi elettronici e, quindi, sempre più diffusa.

Belen selfie su Instagram

Belen gossip: la battuta su Stefano “trombettista” scatena insulti sul web

Emergenza Rifiuti Roma

Discariche di rifiuti: a Salerno arrivano i volontari ambientali