in

Altra vittima di Kabobo, killer con il piccone: morto anche Daniele Carella, aveva 21 anni

La notizia è appena stata battuta: è stata dichiarata la morte cerebrale di Daniele Carella 21 anni, ucciso dalla follia di Mada Adam Kabobo il ghanese ventunenne che,  nella giornata di sabato, è sceso per le strade di Milano armato di piccone e, con ferocia inaudita e inspiegabile, ha ucciso due persone, Carella si aggiunge alla lista dei decessi insieme al quarantenne deceduto poco dopo l’aggressione e giunto presso la clinica di Città Studi in fin di vita. Altri 3 uomini sono stati colpiti: un 24enne che tornava dal turno di lavoro è stato il più “fortunato: ferito a un braccio, è stato medicato al Niguarda e poi dimesso.

MILANO, UOMO UCCISO A PICCONATE: PRESO L’ASSASSINO

Mada Adam Kabobo

 

Un operaio 50 enne è stato, invece, colpito alla testa: l’uomo si trova anch’esso presso l’ospedale Niguarda ed il suo bollettino medico è rassicurante: è stato definito fuori pericolo di vita. Più critiche, invece, le condizioni di un 64enne, pensionato, ferito alla testa e all’addome mentre si trovava in via Adriatico. Il giovane Daniele, giunto in ospedale con numerose ferite alla testa, era stato dichiarato gravissimo fin da subito a causa di quei colpi inferti tra spalle, collo e testa.

Carella è stato aggredito in via Monte Rotondo mentre era intento a distribuire giornali, i video delle aggressioni raccontano di una vera mattanza in cui Kabobo avrebbe continuato ad infierire sulle vittime già prive di sensi a terra.  Stamane, alle ore 10:50, è sopraggiunta la morte cerebrale per Daniele, encefalogramma piatto; ci vorranno sei ore da quel momento per ufficializzare il decesso ma, ormai, non vi sono più speranze.

Nasce la “Land Speed Bike”: la bicicletta da 100 Km/h

Raul ritiro New York Cosmos

Raul stupisce ancora: schema su punizione e gol superlativo (video)