in

Alzheimer: 7 campanelli d’allarme da non sottovalutare

Il Morbo di Alzheimer è una malattia degenerativa che colpisce il cervello, l’età d’insorgenza si attesta generalmente oltre i 65 anni di età e ad oggi non esiste una cura definitiva. Si stima che nel mondo ne siano affetti circa 26 milioni di persone. Ecco quali sono i 7 campanelli d’allarme da non sottovalutare in caso di sospetto.

1) Amnesia: è uno dei sintomi più comuni. La persona perde letteralmente la memoria e ha difficoltà a ricordare anche piccole azioni come il pranzo o la cena, oppure i nomi dei propri familiari.

2) Difficoltà nello svolgere semplici azioni: vestirsi da soli, preparare la cena, se prima erano attività molto facili e meccaniche da svolgere, con l’arrivo dell’Alzheimer diventano molto più complicate e spesso la persona affetta non riesce nemmeno a terminarli.

3) Difficoltà nel linguaggio: pur sapendo di cosa si tratta, la persona affetta da Morbo di Alzheimer fatica a dare un nome all’oggetto che ha di fronte. Spesso ha la sensazione di avere la parola sulla punta della lingua, ma non riesce a ricordarla.

4) Disorientamento: la persona comincia a confondere date, eventi e giorni della settimana. In molti casi ne perde addirittura il senso e comincia a vivere in una costante situazione di disorientamento temporale.

5) Ansia e depressione: l’umore è molto dinamico e spazia da episodi di depressione ad attacchi di panico, fino a sfociare nell’ira e nel delirio.

6) Difficoltà nel comprendere le immagini: i problemi più comuni consistono nella capacità ridotta a leggere, a definire i colori e a capire la giusta distanza da se stesso e l’oggetto.

7) Apatia: uno dei tratti tipici del Morbo di Alzheimer consiste nella perdita di interesse verso attività che prima si trovavano interessanti o che erano il centro stesso della giornata della persona affetta. Questo disinteresse si mostra anche nei confronti dei propri familiari.

[dicitura-articoli-medicina]

replica il segreto

Replica Il Segreto oggi 1 Agosto 2016: ecco dove vedere la puntata

IG

Instagram e il filtro sui commenti sgraditi, si potrà scegliere chi bloccare definitivamente