in

Alzheimer e demenza: il traffico potrebbe farci ammalare prima, lo svela una ricerca

Alzheimer e demenza: il traffico potrebbe farci ammalare prima

Tra i fattori di rischio del Morbo di Alzheimer e della demenza precoce, potrebbero esserci il traffico e lo smog. A sottolineare questa possibile correlazione è uno studio condotto dai un team di ricerca canadese del Public Health dell’Ontario su 6,6 milioni di persone di età compresa tra i 20 e gli 80 anni e pubblicato sulla rivista medico-scientifica ‘The Lancet’. Sapevamo già quanto lo smog fosse danno per i nostri polmoni e per il sistema cardiocircolatorio, ma ora la situazione sembra molto più complessa.

Alzheimer e demenza: lo smog danneggia il cervello dei neonati

Già tre anni fa, era stato pubblicato uno studio nel quale si sottolineava come lo smog fosse danno per il cervello degli adulti e, soprattutto, dei neonati. Gli agenti inquinanti presenti nello smog, infatti, hanno la capacità di entrare nel circolo sanguigno e raggiungere il cervello, intossicando anche i neuroni. Un altro studio pubblicato sulla rivista statunitense Jama Psychiatry e condotto da Lilian Calderón-Garcidueñas, esperto dell’Università della Louisiana, aveva evidenziato una correlazione significativa tra smog e insorgenza di demenza precoce, nonché psicosi. Hong Chen, dottore a capo della ricerca, spiega: “L’aumento della popolazione e la crescente urbanizzazione fanno sì che molte persone vivano vicine ad arterie congestionate, e con l’esposizione diffusa al traffico si verificano crescenti tassi di demenza. Anche se l’incidenza dell’esposizione allo smog fosse relativamente bassa, si tratta di una grave minaccia che pesa sul sistema sanitario pubblico”. 

Alzheimer e demenza: il rischio aumenta se si abita vicino a una via trafficata

Sono state fornite delle percentuali in merito: se la propria abitazione si trova a una distanza compresa tra i 50 e i 100 metri da un’arteria stradale molto trafficata, il rischio di sviluppare Alzheimer o demenza precoce aumenta del 4 per cento. Per chi vive in una grande metropoli, ad esempio, il rischio aumenta fino al 12 per cento di probabilità in più se ci si trova entro 50 metri di distanza da una via trafficata. Secondo il The Guardian, comunque, la ricerca svolta in Ontario non conferma una vera e propria correlazione tra smog e aumento dell’incidenza dell’Alzheimer e della demenza precoce. Rob Howard, psichiatra della terza età all’Università di Londra, ha commentato così la ricerca: “Sappiamo che il grave inquinamento dell’aria vicina alle arterie urbane è un male per la salute pubblica e anche se questo ultimo studio non spiega se il picco di casi di demenza sia effetto diretto dello smog“.

moda primavera estate 2017 colori, moda primavera estate 2017 colore pantone dell'anno, moda primavera estate 2017 greenery, greenery come usarlo,

Moda Primavera Estate 2017 colori: 10 modi per utilizzare il Greenery, colore Pantone dell’anno

Dragon Ball Super Italia 1 data e orario: la maratona in prima serata e il ritorno di Freezer