in

Alzheimer news: a soli 16 anni inventa un sensore per aiutare i pazienti

In occasione del Google Science Fair, concorso internazionale per ragazzi di età compresa tra i 13 e i 18 anni, tutti i finalisti sono stati estremamente brillanti ma uno in particolare, Kenneth Shinozuka, vincitore del Scientific American Science in Action Award, si è distinto per una pratica invenzione volta ad aiutare le persone che assistono un parente affetto dal morbo di Alzheimer. L’idea è nata per aiutare persone come suo nonno che da anni soffre della terribile patologia dell’Alzheimer.

alzheimer crea sensore per aiutare pazienti alzheimer

Così questa esperienza, parecchio stressante, lo ha portato a inventare un dispositivo innovativo ed economico volto a proteggere la sicurezza dei pazienti e alleviare gli oneri delle famiglie.Il dispositivo possiede dei sensori in grado di rilevare, in tempo reale, le peregrinazioni dei pazienti. Quando il paziente deambula, il sensore capta la pressione esercitata dal peso corporeo e trasmette, in modalità wireless, un allarme acustico nello smartphone degli assistenti.

Ha sviluppato diverse tecnologie: un sensore ultra-sottile comodo da indossare, un circuito senza fili grande quanto una moneta con la tecnologia Bluetooth a bassa energia e delle applicazioni che trasformano gli smartphone in monitor.Integrando questi componenti ha creato due prototipi: un calzino sensore e un gruppo sensore che aderisce comodamente al piede. I prototipi sono stati testati per diversi mesi dal giovane e sono stati in grado di rivelare al 100%, 437 spostamenti di suo nonno senza falsi allarmi. I dispositivi ora sono pronti monitorare i pazienti delle case di cura.

 

Il Restaratore 2 su Rai1

Stasera in tv: Presa Diretta e La Gabbia

Udinese 1-0 Napoli: Danilo inguaia Benitez