in

“Amare” nel business, una chiave del successo

Spesso quando decido di scegliere un libro mi accerto di due cose: che il titolo non sia banale e che l’autore non sia un’accademico ma uno che ha avuto successo sul campo. Per “killer app” ovviamente s’intende una soluzione in grado di permettere ad un manager di fare la differenza e Tim Sanders, ex start-upper della prima “net-economy” e vice-president di Yahoo, mi sembrava decisamente un personaggio da ascoltare. Credo fosse il 2003, quindi ormai 10 anni orsono ed in quel periodo lavoravo in Inghilterra come Manager di una società tedesca nel mondo del web ovviamente.

In un contesto internazionale mi fu facile comprendere che effettivamente esercitare il potere attraverso l’autorità e trattenere le informazioni ai tuoi riporti è un modo squallido ed obsoleto di intendere il management. In effetti sorridere, “dispensare amore” cercando di incoraggiare e e condividere ciò che sai è il miglior modo per crescere professionalmente ma anche come essere umano. Socializzare, decidere sempre e solo con il consenso, crearsi un network di amici e contatti scambiandosi esperienze e cercare di utilizzare un tono di voce, un modo di fare ed un linguaggio cordiale ed in grado di emanare “calore umano” è un’arte che può risultare utilissima per ottenere risultati.

Ovvio che questo non significa essere “molli” e non deve essere inteso come un “volemose bene” ma deve essere semplicemente uno stile, una linea d’azione che comunque rimane in un contesto professionale. Niente più urli o discussioni distruttive ma controllo e passione.
Negli anni ho tentato di applicare queste regole e ritengo questo libro ancora molto attuale. Purtroppo chi mi conosce sa che ho un carattere grintoso che a volte tende all’irascibilità ma finchè ho lavorato all’estero tutto è andato per il meglio, in Italia decisamente meno.

Purtroppo il rispetto nel lavoro è cosa rara nel nostro paese. Il rapporto tra manager e riporti è ancora basato sull’autorità e su una forma di rispetto “plastificata” e legata ai vecchi canoni di un rispetto “finto”. Le riunioni sono lunghe, spesso fin troppo animate e spesso l’astio regna sovrano.
Non è mia intenzione generalizzare ma sicuramente credo che questo libro possa essere utile a molti manager ed imprenditori che intendono trarre il massimo dal proprio staff affidandosi al senso di responsabilità. all’amalgama ed alla condivisione degli obiettivi.

Seguici sul nostro canale Telegram

Insonnia, soluzioni naturali per combatterla

Perchè investire in Oro durante una crisi finanziaria