in

Ambiente, il Pianeta è sempre più surriscaldato e gli uccelli migrano prima

Arriva dopo 20 anni di studi il risultato della ricerca coordinata dall’università britannica East Anglia che è stata pubblicata sulla rivista Proceedings of the Royal Society B. E’ emerso che il fenomeno del surriscaldamento globale, con un andamento in continua progressione, costringe di anno in anno gli uccelli ad anticipare le proprie migrazioni.pittime islandesi

La temperatura più calda fa anticipare la nidificazione e la schiusa delle uova, ed è per questo che poi gli uccelli vanno via prima del tempo. I ricercatori inglesi hanno seguito per 20 anni un gruppo di uccelli chiamati pittime islandesi. Durante questo periodo, lo stormo ha anticipato la sua data di arrivo in Islanda di due settimane. Il sospetto che a guidare questo nuovo modello migratorio siano i cambiamenti climatici ha infine avuto conferma. Ma i ricercatori hanno voluto indagare a fondo per cercare il motivo specifico: “Poiché abbiamo seguito gli stessi uccelli per tanti anni – ha spiegato Jenny Gill, che ha coordinato il lavoro – sappiamo anche le età esatte di molti di loro e abbiamo scoperto che gli uccelli nati alla fine del 1990 arrivano in Islanda in maggio, ma quelli nati in anni più recenti tendono ad arrivare già ad aprile”.

La tendenza di queste specie, conferma il dato evinto da questi studi: i nuovi giovani di tendono a migrare sempre prima – parallelamente all’aumento delle temperature – anticipando i tempi usuali. La preoccupazione è fondata, e giunge proprio in questo 2013 che, secondo l’Organizzazione meteorologica mondiale, è tra i dieci anni più caldi registrati dall’inizio delle moderne misurazioni nel 1850.

 

 

 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Twin-Set by Simona Barbieri

Moda, stile bon ton dai colori ‘polverosi’: ecco il mood parigino di Scee by Twin-Set

Massimo Moratti e Erick Thohir

Inter, comincia ufficialmente l’era Erick Thohir