in ,

American Pastoral recensione, Ewan McGregor rimandato: povero Roth

Non ci siamo assolutamente. Due ore di film in cui c’è poco e nulla. American Pastoral non può ricevere apprezzamenti positivi. Dispiace, perché Ewan McGregor è un ottimo attore ma, nel suo debutto da regista, ha lasciato ampiamente a desiderare. Una sfida forse fin troppo grande per lui quella di riportare nelle sale cinematografiche il romanzo che nel 1997 vinse il Pulitzer: American Pastoral di Roth meritava ben altra tipologia di adattamento cinematografico. Non è andata bene per il regista McGregor, altrettanto per gli attori protagonisti: a tratti una recitazione elementare e priva di emozioni nonostante lo script della sceneggiatura da dover seguire.

>>> TUTTO SUL MONDO DEL CINEMA<<<

Di cosa parla il film American Pastoral? Racconta la storia di Seymour Levov detto “lo Svedese”, un uomo che dalla vita ha avuto tutto: bellezza, carriera, soldi, una moglie ex Miss New Jersey e una bambina a lungo desiderata, ma il cui mondo pian piano va in pezzi quando la figlia ormai adolescente compie un attacco terroristico che provoca una vittima. Come è possibile che una tragedia di questo tipo sia accaduta proprio allo Svedese, la persona che per tutta la sua vita ha incarnato il Sogno Americano?

>>> LE RECENSIONI DI URBANPOST<<<

Ewan McGregor, protagonista in American Pastoral, dunque, porta sullo schermo un uomo incapace di mettere in discussione la sua fedeltà assoluta verso un sistema corrotto e il suo amore per Marry; appare, a tratti uno stupido, un personaggio senza evoluzione. Più convincente e realistico quello della Connelly, che prima perde la testa e poi si rifugia nell’egotismo, per superare il dolore della separazione dalla figlia. In quasi due ore di film, American Pastoral mette in risalto lo smarrimento di una persona borghese e perbene che ha fatto tutto secondo i valori del tempo in cui vive ma che non basta per affrontare una tragedia così dolorosa. Forse è questo l’unico aspetto che si riesce a salvare di American Pastoral: Ewan McGregor, però, avrebbe potuto fare di gran lunga meglio per quanto concerne recitazione e stile cinematografico alla regia. Va detto, infine, come in American Pastoral venga analizzato, e anche bene, il dramma della psiche umana. In definitiva, però, si tratta di una pellicola lenta e senza sviluppo.

Calciomercato Napoli Pavoletti Perin

Genoa – Milan 3-0 risultato finale: video gol, highlights e sintesi Serie A

Boosta La Stanza Intelligente, il primo album di Davide Dileo: tracklist e collaborazioni