in ,

Amici 14, Roberto Saviano da Maria De Filippi: “Non farò il sermone, ma ditemi cosa siete disposti a perdere”

In pochi avrebbero scommesso sulla partecipazione di Roberto Saviano al talent show di Amici 14: invece, come anticipato da UrbanPost, lo scrittore di Gomorra ha accettato l’invito di Maria De Filippi, accogliendo la sfida di parlare ad un grande pubblico di ragazzi nella puntata che sarà trasmessa sabato 11 aprile.

Una mossa inaspettata che, com’è facile intuire, ha diviso i fan di Saviano, tra chi ne apprezzato “la scelta democratica” – riconoscendo il grande seguito che ha la trasmissione, e quindi la possibilità di raggiungere con un gran numero di persone – e chi, invece, ha sollevato l’accusa che con la sua sola presenza lo scrittore abbia in qualche modo legittimato un programma e una conduttrice “che da anni svuotano le menti dei nostri giorni, riempiendole di paccottiglia da quattro soldi”.

Ma ora la domanda che risuona di bocca in bocca è questa: di che cosa parlerà Roberto Saviano? Così come pubblicato in anteprima da La Repubblica, pare che sarà l’immigrazione il grande tema intorno a cui si concentrerà lo scrittore: dal desiderio di partire – che non può essere considerato un mestiere – all’indifferenza con cui guardiamo i telegiornali, fino al bisogno di dare un significato ai numeri dell’informazione: numeri che parlano di morti e di barconi, ma anche di volti. Come quello di Hudea, la bambina siriana che ha alzato le mani disarmata di fronte alla macchina fotografica pensando che si trattasse di un’arma, diventata simbolo sui social network dell’assurdità della guerra. A questo punto Saviano, sottolineando di non voler fare il sermone, chiamerà in causa il pubblico: “Cosa siete disposti a perdere e a fare per realizzare un sogno e ottenere un diritto?” Il bisogno che emerge, parlando di emigranti vecchi e nuovi, è quello di interrogarsi e farsi un’idea: in nome di quella solidarietà, di calamandreiana memoria, che vorrebbe tutti gli uomini alleati a debellare il dolore.

Roberto Saviano, con questa partecipazione, ha rivendicato in qualche modo il diritto di parlare ad un pubblico “non popolare”. Ecco il post, pubblicato ieri su Facebook, dove l’autore ha parlato dell’emozionante incontro con i ragazzi del pubblico. Sottoscrivendo la propria scelta e rispondendo, ancora una volta, a quanti non l’hanno condivisa:

È stato emozionante sentire che, per il tempo delle mie parole, ad Amici qualcosa si è fermato. Non solo canzoni, ma…

Posted by Roberto Saviano on Tuesday, 7 April 2015

cori beceri

Cori e striscioni beceri: Serie A e calcio presi d’assalto dalla violenza e dall’ignoranza

selvaggia lucarelli facebook

Selvaggia Lucarelli rompe un Tapiro d’oro di Striscia la notizia