in

Amos Oz è morto, lo scrittore israeliano aveva 79 anni

Lo scrittore israeliano Amos Oz è morto all’età di 79 anni. Autore di romanzi tradotti in circa trenta lingue, professore universitario, fermo sostenitore del dialogo tra Israele e Palestina, Oz si è spento a seguito di una dura lotta contro il cancro.

Amos Oz

Attraverso opere come Una storia di amore e di tenebra e Una pace imperfetta, che lo hanno reso famoso in patria e all’estero, lo scrittore ha raccontato la storia del suo paese e della sua gente, attraverso le generazioni. Docente di letteratura ebraica all’Università Ben Gurion del Negev, ha ricevuto, inoltre, numerosi premi letterari, tra cui tra cui il Goethe Prize, il Premio Principe delle Asturie, la Legion d’Onore francese, l’Heinrich Heine Prize e l’Israel Prize.

Amos Oz e il conflitto israelo-palestinese

Amos Oz è nato a Gerusalemme il 4 maggio del 1939 e cresciuto nel kibbutz Hulda. La sua giovinezza fu segnata, drammaticamente, dal suicidio della madre e dai forti contrasti col padre, militante nella destra ebraica. Ciò lo spinse a cambiare cognome, da “Klausner” a “Oz” (“forza” in ebraico), e ad aderire al movimento pacifista Shalōm ‘akhshāv (Pace ora), insieme ad altri intellettuali, tra cui David Grossman.
L’esperienza sotto le armi durante la Guerra dei Sei Giorni (1967) e in quella dello Yom Kippur nel 1973 lo aveva, infatti, reso sensibile alla ricerca di una soluzione pacifica del conflitto israelo-palestinese.
Negli anni, infatti, ha più volte espresso la sua opinione a favore dei due Stati, attraverso articoli e interviste, dichiarando, ad esempio, che «anche un’occupazione inevitabile è un’occupazione ingiusta».

Amos Oz: l’addio della figlia

Oz lascia un vuoto umano e intellettuale non solo in Israele, ma nel mondo intero, che ha perso un sostenitore della pace, in un’epoca di continue guerre.
La figlia maggiore, Fania Oz-Salzberger, docente all’Università di Haifa, su Twitter lo saluta così: “Il mio amato padre è morto di cancro, proprio ora, dopo un rapido declino, nel sonno e nella tranquillità, circondato dai suoi cari. Si prega di rispettare la nostra privacy. Non posso rispondere alle chiamate. Grazie a chi lo ha amato”.

Gemelline scomparse nel Tevere: continuano le ricerche tra i falsi avvistamenti

Francesco Facchinetti Instagram: video con insulti a Walter Nudo, cosa è successo?