in

Amsterdam: cosa vedere, fare e comprare in 3 giorni

Amsterdam è una delle città più ambite per quanto riguarda il turismo. I suoi canali, le case dalle architetture fiabesche e uniche, sono la principale attrazione, assieme a musei e negozi. Ecco cosa vedere, fare e comprare in soli tre giorni.

Una delle prime cose che si possono fare è senz’altro una bella passeggiata fra i giardini pubblici di Amsterdam, il verde delle foglie, i colori dei tulipani e navigli che vi scorrono attorno, rendono questo luogo un’area dove rilassarsi e vivere a occhi aperti un piccolo scorcio di paradiso. Da qui, una breve crociera fra i canali è d’obbligo ed è possibile scegliere fra le tre compagnie più importanti, vale a dire Canal, Holland International e Lovers. Quando, poi, la fame comincia a bussare alle porte dello stomaco, ci sono diversi piatti tipici da consumare fra una viuzza e l’altra, come le patatine friet, le crocchette o, per gli amanti del dolce, dei gustosi pancake.

Per chi ama l’arte e la cultura, non può mancare una bella visita ai musei più gettonati, il primo fra tutti è senza ombra di dubbio il Van Gogh Museum oppure la casa di Anna Frank. Per i più piccoli ci sono, inoltre, il museo della scienza NEMO e lo Zoo Artis. Se siete in vena di gite fuori porta, in questo caso segnatevi in agenda Keukenhof con i suoi bellissimi campi di tulipani in fioritura. Se volete dedicarvi allo shopping, sono presenti tantissimi negozi con altrettanti articoli di varia natura: si passa infatti dalle boutique di lusso come De Bijenkorf, ai negozi dedicati ai prodotti artigiali tipici di Haarlemmerstraat. Infine, si può anche andare alla scoperta dell’ignoto visitando gli edifici riconvertiti per scoprire a cosa servivano nel passato.

Photo Credit: S. Borisov/Shutterstock.com

app per mamme, app per mamme in gravidanza, app per mamme android, app per mamme ios, app per mamme iphone, app per mamme windows phone, app per donne in gravidanza,

App mamma in gravidanza: le più utili di iOS, Android e Windows Phone

Infortunio lavoro cosa fare

Infortunio sul lavoro Inail 2016: denuncia e retribuzione, ecco cosa fare e cosa bisogna sapere