in ,

Ancona: il padre che ha ucciso figlia di 18 mesi ha rischiato il linciaggio

Ancona, il padre di 34 anni che ha ucciso la figlia di 18 mesi ha rischiato il linciaggio di parenti, amici di famiglia e conoscenti. Una folla, infatti, lo aspettava alla caserma dei carabinieri dove l’uomo stava giungendo. L’auto delle forze dell’ordine sulla quale viaggiava è dovuta passare per i garage.

Tafferugli all’esterno dove un operatore di un giornale sarebbe stato colpito da una testata. Altissima tensione, dunque, accompagna una tragedia che, pare, sarebbe stata scatenata da un raptus. L’uomo, Luca Giustini, macchinista delle ferrovie, sarebbe scoppiato di rabbia perchè la figlioletta di 18 mesi non smetteva di piangere. Allora ha affettato un coltello e l’ha colpita con molte coltellate. Mortale un fendente al cuore. Poi ha chiamato moglie e suocero: “Ho fatto un casino”. Disperate nonna e mamma. La coppia ha anche un’altra figlia di 4 anni.

indonesia scomparsi turisti

Indonesia tour isole: due italiani salvati dal naufragio, ancora due dispersi

Marco Pannella difende il deputato grillino Alessandro Di Battista

Marco Pannella difende Di Battista: “Si alla trattativa con i terroristi”