in ,

Andrea Agnelli accusato perché ‘incontrava i mafiosi’: la Juventus risponde

In riferimento alla pesante accusa nei confronti di Andrea Agnelli, presidente della Juventus, da parte del procuratore della Federcalcio, Giuseppe Pecoraro, per aver avuto rapporti personali ed essere sceso a patti con ultras e esponenti appartenenti alla criminalità organizzata, la Juventus ha risposto all’attacco diramando un comunicato ufficiale per difendersi dalle accuse inflittagli.

Stando a ciò che ha dichiarato il procuratore Pecoraro, ex prefetto di Roma, il presidente Andrea Agnelli assicurava agli stessi ultras bagarinaggio esclusivo e scendeva ad affari con la malavita per garantire pace, ordine e tranquillità allo stadio. Questo è quanto emerge dall’esclusiva inserita da ‘Il Fatto Quotidiano’.

Questo a seguire è il comunicato ufficiale della Juventus in difesa alle accuse ricevute da Andrea Agnelli:

“Juventus Football Club e il Presidente Andrea Agnelli, alla luce di alcuni articoli pubblicati in questi giorni, comunicano di aver affidato ai legali la tutela della propria onorabilità e rispettabilità.

Si precisa che la Procura della Repubblica di Torino ha avviato, e recentemente concluso, un’indagine su alcune famiglie ritenute appartenenti alla ‘ndrangheta alle quali si contestano oltre a reati contro persone e patrimonio, anche il tentativo di infiltrazione in alcune attività di Juventus Football Club. Si ricorda inoltre che nessun dipendente o tesserato è stato indagato in sede penale.

Si precisa altresì che, nel pieno rispetto delle indagini e degli inquirenti, la società ha sempre collaborato mantenendo uno stretto riserbo a tutela del segreto istruttorio. Per quanto attiene alla giustizia sportiva, la società ha già dimostrato fattivamente la propria disponibilità a collaborare”.

Ed Sheeran Tour in Italia 2017: data, luogo, modalità prevendita e prezzo biglietti, tutto quello che devi sapere

Consigli fantacalcio 21a giornata Serie A

Consigli Fantacalcio 22a giornata Serie A: infortunati e indisponibili, ecco la lista completa