in ,

Andrea Loris, la dottoressa Roberta Bruzzone non ha dubbi: “Omicidio maturato in ambito familiare”

Parla chiaro la dottoressa Roberta Bruzzone ai microfoni di Fanpage.it: “L’omicidio del piccolo Loris Stival è maturato in ambito familiare”. La vittima conosceva certamente il suo assassino e “possiamo sicuramente affermare che con ogni probabilità la pista familiare è quella da seguire per arrivare alla soluzione del caso”, ha dichiarato.

Ne è convinta la famosa criminologa, la quale mostra non poche perplessità su tempi e modi del ritrovamento del cadavere del piccolo, da attribuire al cacciatore Orazio Fidone. L’uomo è stato “fin troppo fortunato”, ha detto la Bruzzone, riferendosi alla repentinità con cui l’indagato è riuscito, da solo ed in breve tempo, a ritrovare il corpicino di Loris. Il bambino è stato strangolato tra le 9 e le 10 del 29 novembre scorso, gettato nel canalone di contrada Mulino Vecchio e alle 17 dello stesso giorno ritrovato da Fidone, che è andato dritto lì a cercarlo, “mosso dall’istinto”, ha detto.

=> leggi tutto sull’omicidio di Andrea Loris Stival

Ancora, sul giallo degli slip trovati davanti alla scuola elementare di Santa Croce Camerina frequentata da Loris, la criminologa ha dichiarato: “Un depistaggio. Ormai, però, siamo vicini alla risoluzione del caso”.

amauri calciomercato Cagliari

Torino – Palermo ultimissime: Larrondo out, Amauri titolare?

Claudia Galanti rivelazioni sulla morte della figlia

Claudia Galanti, ultimi aggiornamenti 6 dicembre: i messaggi d’affetto dei vip per Indila Carolina Sky