in ,

Andrea Loris Stival, parla l’avvocato di Veronica Panarello: “La mia assistita in carcere senza prove”

Veronica Panarello sarebbe chiusa in carcere dal 9 dicembre senza prove. Lo sostiene con ferma convinzione Francesco Villardita, legale della donna, accusata di avere strangolato suo figlio Andrea Loris lo corso 29 novembre. “Nessuna prova, nessun movente, ma solo indizi”, ha detto Villardita puntando il dito contro l’impianto accusatorio “debole e non convincente” della Procura di Ragusa. Perderebbe credibilità l’accusa mossa alla sua assistita – secondo il suo avvocato – anche alla luce dell’esito del test del Dna “senza riscontro”.

Intanto si attende di conoscere come il Tribunale del Riesame di Catania si esprimerà in merito alla istanza di scarcerazione della signora Panarello, la cui udienza è stata fissata per il 31 dicembre prossimo, e si terrà a porte chiuse a partire dalle 9,30. Dinnanzi ai giudici per la difesa sarà presente l’avvocato Villardita, per l’accusa il procuratore di Ragusa, Carmelo Petralia, e il sostituto Marco Rota.

Italiana uccisa in Brasile strangolata

Italiana uccisa in Brasile, Gaia Molinari è stata strangolata: c’è già un sospettato

Capodanno 2015 gospel concerto Milano

Capodanno 2015 gospel: concerti a Milano, Roma, Firenze