in ,

Andrea Loris Stival: secondo la zia il bambino conosceva il suo assassino

Ieri sera a Quarto Grado ha parlato Antonella, zia di Davide Stival, il padre del piccolo Andrea Loris Stival trovato morto il 29 novembre scorso a Santa Croce Camerina (provincia di Ragusa). Secondo la donna il bambino “non dava confidenza a nessuno”, pertanto “se c’è un colpevole, quel colpevole si deve cercare tra le conoscenze del bambino”, forse tra le persone che frequentavano casa Stival.

La donna ha poi rilanciato l’ipotesi di un test del DNA che coinvolga tutte le persone che hanno avuto modo di avvicinarsi al bambino (un’ipotesi difficilmente percorribile dal punto di vista tecnico, va detto). Infine la zia di Davide Stival ha ribadito la convinzione che non sia Veronica Panarello l’assassina di suo figlio. “Quando vedrò Veronica in carcere, l’abbraccerò. Le voglio dare tutto il mio affetto. Credo fermamente nella sua innocenza.” Una convinzione che, come abbiamo scritto qui, cozza contro quella del nipote della donna.

Tiziano Ferro a Messina

Tiziano Ferro: “voglio diventare papà”

Raol Bova, Rocio Munoz Morales, un passo dal cielo 3, progetti, coppia felice

Rocio Munoz Morales a “un passo dal cielo” con Raoul Bova