in ,

Andrea Loris Stival ultime notizie a Chi l’ha visto?: nuovo interrogatorio al cacciatore che ha ritrovato il corpo

Questa sera, lunedì 1 dicembre, su Rai 3 è andata in onda una puntata speciale di Chi l’ha visto?, il programma condotto da Federica Sciarelli. La giornalista e conduttrice si è occupata della morte di Andrea Loris Stival, il bambino di 8 anni scomparso lo scorso 29 novembre da Santa Croce Camerina e trovato morto a Contrada Mulini Vecchio, cercando di carpire dai suoi inviati cosa stesse accadendo in Procura dove veniva interrogato nuovamente l’uomo, o meglio il cacciatore, che ha ritrovato il cadavere del piccolo e sul luogo del ritrovamento dove era al lavoro la polizia scientifica.

Dopo l’annuncio del procuratore capo di Ragusa, dr. Carmelo Petralia, che ha detto: “al termine della fase settoria dell’autopsia i medici incaricati dell’accertamento hanno potuto stabilire che Andrea Loris Stival è morto per asfissia da strangolamento con quasi immediata successiva precipitazione all’interno del canale di scolo delle acque in cui è stato rinvenuto. Al momento risulta infondata la presenza di segni di violenza a scopo sessuale” ed in attesa di ritrovare con la collaborazione dei cittadini, invitati a farsi avanti con la promessa che ne verrà mantenuto l’anonimato,  lo zainetto blu con la scritta “Toy Story”e  con stringhe e spalliere gialle e una zip, si è appreso che nelle loro indagini gli inquirenti, controllando l’uomo che ha ritrovato il piccolo Andrea Loris Stival, lo hanno trovato in possesso di armi di cui non aveva le dovute autorizzazioni ed hanno iniziato a contestargli questo reato.

Anche se a tutt’ora pare che non vi sia nessun iscritto nel registro degli indagati per la morte del bimbo di otto anni, gli interrogatori sul cacciatore hanno attirato l’attenzione dei giornalisti e degli stessi inviati di Chi l’ha visto? che durante i collegamenti all’interno dello speciale hanno sottolineato come vi fosse particolare fermento all’ingresso della Procura.

Federica Sciarelli, in attesa di sviluppi, ha poi dialogato con un altro  invitato del programma presente, insieme alla Dottoressa Neri della scientifica, sul luogo del ritrovamento del cadavere ed appreso così che gli inquirenti sono riusciti, in questi giorni, a mantenere intatta la scena del crimine comprendo, oltretutto, la zona con dei teli per ripararla dalla pioggia degli ultimi giorni e scoprendo che gli uomini della scientifica, oltre ad analizzare tutte le telecamere presenti sul possibile tragitto fatto dal piccolo, si stanno muovendo sul posto con determinati macchinari a vari fasci di luce per cercare tracce ematiche, ma anche alla ricerca di impronte di vario tipo e quant’altro possa portarli ad assicurare il colpevole alla giustizia.

Serie A

Sampdoria-Napoli: 1a1 sintesi, video gol e highlights

anniversario morte

Filippo Tommaso Marinetti: il ricordo di una mente illuminata a 70 anni dalla scomparsa