in ,

Andrea Loris Stival ultime notizie, Orazio Fidone ai giornalisti: “Ho un alibi di ferro”

Ieri mattina Orazio Fidone ha voluto interagire pubblicamente con i giornalisti, sentendo la necessità di proclamare pubblicamente la sua innocenza davanti alla comunità di Santa Croce Camerina. “Siamo sulla strada giusta. Sono sereno, lo rifarei” – ha dichiarato il cacciatore – “Ora mi sento più sollevato […] anche se non ho mai avuto paura di restare impigliato” nelle indagini. Fidone al momento è indagato per sequestro di persona e omicidio, ma, forte della sua verità, ostenta sicurezza di sé e proclama la sua estraneità ai fatti.

Pietro Savà, il legale che lo difende, sempre ieri ha detto ai giornalisti che il suo cliente “ha passato le pene dell’inferno” ma che, nonostante tutto, “sarebbe pronto a rifarlo”. Il cacciatore Fidone avrebbe infatti un alibi di ferro, in quanto “diverse persone possono testimoniare che al momento del delitto era in un altro posto (a Vittoria) e lui non ha il bene dell’ubiquità”.

 

=> leggi tutto sull’omicidio di Andrea Loris Stival

“È insopportabile sentire tesi basate sul nulla: non è andato a cercare il bambino direttamente al Mulino Vecchio e non lo ha trovato subito, ma dopo diversi giri” – ha poi aggiunto Savà – “Se qualcuno vuole criminalizzare l’intuito lo faccia, ma è sbagliato”.

Lamborghini offerte di lavoro dicembre 2014

Lamborghini: offerte di lavoro dicembre 2014

Ghirardi fallimento Parma

Parma calcio ultimissime: Ghirardi cede ad una cordata russo-cipriota