in ,

Andrea Loris Stival, un testimone lo avrebbe visto dopo le 8,30: Veronica Panarello è innocente?

C’è una donna, la signora Enza, che la sera del 30 novembre dichiarò agli inquirenti di avere visto un bambino molto simile ad Andrea Loris Stival. Erano le 8,40 del 29 novembre quando la donna scorse, tra la via Aspromonte e la via Marsala (punto distante 6-7 minuti a piedi dalla scuola di Loris) di Santa Croce Camerina, un bimbo con indosso un giubbino grigio-blu e dei jeans: “Perché non sei a scuola?”, gli chiese, “Sì, sì ora ci vado, ci vado”, le rispose lui in dialetto. “Ma fai in tempo ad arrivarci per 9?” continuò lei, ma il bimbo andò via senza risponderle.

Una testimonianza, questa, che potrebbe essere assurta ad elemento costitutivo della tesi difensiva di Francesco Villardita, l’avvocato di Veronica Panarello. Se la testimonianza della signora Emma venisse convalidata dagli inquirenti, infatti, potrebbe confermare le parole della madre di Loris, che ha sempre ribadito di avere accompagnato a scuola suo figlio, quella mattina.

Ultime notizie calciomercato Lazio: oggi risposta decisiva per Hoedt

Anticipazioni Beautiful venerdì 16 Gennaio: Ridge ha perso la memoria